Acqua Santanna
SANITA' IN RITARDO

Il Piemonte paga a babbo morto

Aumentano i tempi di pagamento delle nostre Asl. 28 giorni in più nel 2013, in un contesto in cui nel resto del Paese ogni regione migliora le proprie performance, assegnano al Piemonte il poco lusinghiero primato. Uno studio della Cgia di Mestre

Le Asl piemontesi sono le peggiori pagatrici d’Italia. Mentre in tutta la Penisola diminuiscono i tempi dei pagamenti delle pubbliche amministrazioni e delle Asl, il Piemonte vanta un primato tutt’altro che edificante, con i fornitori costretti ad attendere in media 28 giorni in più rispetto allo scorso anno. Secondo uno studio della Cgia di Mestre, infatti, la riduzione dei tempi di pagamento della pubblica amministrazione italiana trova conferma anche nella Sanità, che storicamente è uno dei settori dove i ritardi, soprattutto al Sud, sono più rilevanti. Ancora adesso il pagamento medio a livello nazionale avviene dopo 284 giorni. Quest’anno una positiva inversione di tendenza: di 14 giorni di attesa in meno su scala nazionale, con punte di – 83 in Campania, di -41 in Sardegna, di -40 in Calabria e di -32 in Puglia. In questo contesto stride ancor di più la pessima performance piemontese.

 

«E’ la dimostrazione che rappresentiamo l’anello debole del sistema sanitario nel Nord Italia - attacca il capogruppo dipietrista in Consiglio regionale Andrea Buquicchio. Presenterò un'interrogazione urgente all'assessore alla Sanità per chiedere quali provvedimenti intenda adottare per invertire questa tendenza che sta mettendo in ginocchio centinaia di piccole e medie aziende piemontesi».

print_icon

1 Commenti

  1. avatar-4
    22:21 Lunedì 20 Maggio 2013 otemporaomores E le gare regionali

    Finiranno di metterle in ginocchio! Come possono le piccole e medie imprese partecipare alle gare regionali? facendo un'ATI? Ma fa temi il piacere!!!

Inserisci un commento