PRIMA REPUBBLICA

È morto Froio, ras del Frejus

Si è spento nella sua casa torinese all'età di 79 anni l'ex potente socialista, “padre-padrone” dell'autostrada Torino-Bardonecchia. Sul suo conto tanti sospetti: 32 volte indagato, spedito in carcere da Di Pietro, ma sempre assolto

Si è spento questo pomeriggio nella sua casa di via Palladio a Torino Franco Froio, uno dei volti più noti della Prima Repubblica. Autentico uomo di potere, ex deputato socialista, come il suo conterraneo Mancini, “padre-padrone” dell’autostrada del Frejus. Aveva 79 anni. Catanzarese, nato a Montauro il 28 gennaio del 1934, ha ricoperto diverse importanti cariche politiche tra le quali spicca la doppia esperienza nel Parlamento della Repubblica italiana nel corso della sesta e settima legislatura. In particolare ne è stato membro consecutivamente dal  25 maggio 1972 al 19 giugno 1979. Un importante settennato in cui Froio ha partecipato a 53 progetti di legge con una predilezione per le infrastrutture e i lavori pubblici. Una vita politica intensa condita da diverse vicende giudiziarie: imputato per ben 32 volte, la fece sempre franca anche quando fu Di Pietro a mandarlo per qualche giorno a San Vittore. Sul suo conto sono sempre circolati molti sospetti e tanti magistrati hanno cercato riscontri, ma lui riuscì sempre indenne da ogni accusa, sempre assolto “per non aver commesso il fatto”.

 

Immigrato di successo, dopo la parentesi in Valle d’Aosta dove ha diretto la Cogne, azienda delle Partecipazioni statali, si era trasferito a Torino. Sotto la Mole ha rapidamente scalato il potere:da segretario regionale del Psi costituisce con esponenti della Dc locale la Sitaf, società che controllerà ininterrottamente fino al 1995, senza mai uscirne del tutto. I funerali si svolgeranno giovedì mattina alle 10 nella chiesa della Gran Madre di Torino. .

print_icon

3 Commenti

  1. avatar-4
    09:17 Mercoledì 10 Luglio 2013 gattonero fare come?

    l'autostrada del Frejus è una delle peggiori in Europa. Costata tantissimo e fatta da cani.

  2. avatar-4
    01:27 Mercoledì 10 Luglio 2013 ingov ingov

    giù i cappelli. Subito! Questo è uno dei politici che ha fatto (voce del verbo Fare) qualcosa. Ha creato infrastrutture, non chiacchiere. Il Governo del Fare (voce del verbo Annunciare) ancora non ha fatto un benamato c... niente!

  3. avatar-4
    23:01 Martedì 09 Luglio 2013 SteRoGAnge Nihil Novo Sub Sole

    Chissà se questo parlamentare del passato (ora molto discusso, ma un tempo molto ascoltato) avrà qualche emulo molto interessato alle grandi opere in ValSusa?

Inserisci un commento