Gariglio al pian dei babi

Dicono che…. ieri nel suo intervento alla Direzione nazionale del Pd Davide Gariglio abbia preso nettamente le distanze da quello che ha sempre considerato il suo maestro, Guido Bodrato. All’ex vicesegretario della Dc, che con il presidente emerito della Corte Costituzionale Gustavo Zagrebelsky, ha evocato il rischio di una svolta autoritaria e una deriva cesaristica del partito, il numero uno di via Masserano ha replicato in modo molto piemontese che non si può rimanere al pian dei babi, con il rimpianto di aver potuto cambiare l’Italia ma di non aver avuto il coraggio di farlo.   

print_icon