Acqua Santanna
ENTI LOCALI

Anatra zoppa in Provincia di Novara

Il presidente Besozzi (Pd) non ha la maggioranza in Consiglio. Effetto di un sistema elettorale bislacco e della sconfitta nel comune capoluogo. Successo della lista patrocinata da Lega Nord e FdI

Come previsto Matteo Besozzi, in provincia di Novara, sarà un’anatra zoppa. Il sindaco di Castelletto Sopra Ticino, espressione del Pd, non ha la maggioranza in Consiglio. Questo il responso delle elezioni di secondo livello – che hanno visto coinvolti sindaci e consiglieri del Novarese – che si sono svolte ieri. Dei 12 seggi in palio, 5 sono andati alla lista “Provincia protagonista” promossa da Lega Nord e Fratelli d’Italia, 4 alla lista “Provincia in Comune” del Pd e tre alla formazione “La Provincia dei Comuni” di Forza Italia. Una situazione tutt’altro che inusuale, causata dallo sfasamento tra l’elezione del presidente e quella del Consiglio provinciale. Su 1.011 amministratori aventi diritto al voto si sono recati alle urne in 676 sancendo di fatto i nuovi equilibri nella provincia di Novara dopo il successo di Alessandro Canelli nel capoluogo, passato dal Pd alla Lega. Anche nella competizione interna al centrodestra, il Carroccio, che ha riproposto l’alleanza vincente alle amministrative con Fratelli d’Italia, si è confermato prima forza di una ipotetica coalizione di centrodestra pur non riuscendo a fare il pieno dei voti nonostante partisse da una situazione di vantaggio visti i numeri a Palazzo Cabrino dove gode di una maggioranza schiacciante a sostegno del sindaco Alessandro Canelli. Solo due i consiglieri eletti in quota Lega con l'esclusione eccellente di Mauro Franzinelli, la cui elezione era data per scontata. Assente dalla competizione il Movimento 5 stelle, così come anche nelle altre province italiane.

Il nuovo consiglio provinciale  sarà composto da Ivan De Grandis, Massimo Marcassa, Andrea Crivelli, Michela Leoni, Luca Piantanida per “Provincia protagonista”; Laura Noro, Milù Allegra, Giuseppe Cremona e Stefano Zanzola per “La Provincia in Comune” e da Elisa Zanetta, Enrico Bertone, Paolo Sibilia per “La Provincia dei Comuni”.

Il Pd perde un consigliere, passando da sei a cinque, ma si conferma partito di maggioranza relativa nel nuovo consiglio provinciale del Verbano Cusio Ossola. La lista di centrodestra si è infatti fermata a tre consiglieri, mentre due vanno alla formazione dei sindaci. Questo l’esito dello spoglio, effettuato questa mattina. Alle urne, nella giornata di ieri, si sono presentati 603 sindaci e consiglieri comunali sugli 830 aventi diritto.

print_icon

1 Commenti

  1. avatar-4
    18:33 Lunedì 09 Gennaio 2017 Novarareset COME FANNO LEGA E FDI A GOVERNARE CON 4 SU 12??

    IL PD AMMINISTRANDO NOVARA CAPOLUOGO E TRECATE EBBE 7 CONSIGLIERI SU 12, LEGA E E FDI A PARTI INVERSE? 4!!! DI QUALE MAGGIORANZA SI PARLA? E POI LA LEGA CON 14 CONSIGLIERI COMUNALI DEL CAPOLUOGO OTTIENE....DUE CONSIGLIERI PROVINCIALI!!! BABBO NATALE NON HA REGALATO UN PALLOTTOLIERE, EVIDENTEMENTE.....

Inserisci un commento