Trio

Dicono che… anche Nino Boeti sia parte dell’accordo trasversale alle correnti del partito democratico siglato nei giorni scorsi tra il deputato turco Umberto D’Ottavio e la collega renzian-franceschiniana Paola Bragantini. Un patto che per rafforzare la garanzia della rielezione in parlamento di entrambi si è aperto all’attuale vicepresidente di Palazzo Lascaris, titolare in proprio di un consistente pacchetto di voti a Rivoli, città di cui è stato sindaco. A lui sarebbe stato promesso uno scranno al Senato.

print_icon