COMUNE DI TORINO

“Appendino tartassa i torinesi”

Stangata in arrivo. Sindacati sul piede di guerra per i tagli al welfare aziendale dei dipendenti. L'opposizione attacca sull'aumento delle tariffe. Saltano le agevolazioni della Tari

“Giù le mani dai nostri soldi”. In attesa dell’approvazione definitiva in giunta del bilancio di previsione 2017, i diecimila dipendenti del Comune di Torino già sono in agitazione per gli spifferi che circolano in via Milano relativi a possibili tagli. La funzione pubblica di Cgil, Cisl e Uil ha convocato un’assemblea generale per martedì e parlano di un duro attacco al welfare aziendale. I rappresentanti della Triplice temono tagli su previdenza e assistenza della polizia municipale e la riduzione (per un totale di 200mila euro) del contributo che Palazzo Civico versa al Circolo ricreativo dei dipendenti comunali attraverso cui vengono organizzati i soggiorni estivi per i loro figli. Per ora si tratta di voci, seppur mai smentite, che si associano all’indisponibilità dell’amministrazione di confrontarsi con i sindacati su una serie di questioni, a partire dalle “gravi carenze di organico”.

E se i sindacati sono in fibrillazione, l’opposizione ha già scatenato le polemiche per il possibile aumento di alcune tariffe, a partire dalla Tari. “Da oggi, infatti, oltre 75mila nuclei familiari rischiano di non potere più beneficiare delle agevolazioni applicate sulla imposta dei rifiuti” attacca il consigliere democratico Mimmo Carretta, con riferimento alle agevolazioni sulla Tari garantite dalla giunta di Piero Fassino e che l’amministrazione pentastellata ha eliminato. Fino allo scorso anno era previsto uno sconto del 45% per quei cittadini con parametri Isee inferiori a 13mila euro, del 30% tra i 13 e i 17mila euro e del 20% tra i 17 e i 24mila euro. Riduzioni di cui non si parla nella delibera appena approvata dalla giunta e che ora dovrà passare all'esame del Consiglio, in cui si fa esclusivamente riferimento a un aumento della Tari entro lo 0,5% per tutte le utenze non domestiche “prevedendo invece una riduzione su alcune categorie del commercio ambulante” come richiesto da una mozione del M5s. Così l'aumento della Tari sarà tra lo 0,4% e lo 0,8%, con un incremento dello 0,42% per attività produttive e commerciali. Sgravi anche per attività in aree di lavori per le grandi opere. Mantenuta la riduzione del 30% per ambulanti in aree a posteggio singolo e sconto del 10% della parte variabile del tributo per i quartieri più virtuosi nella raccolta differenziata. A scopo sperimentale è prevista una agevolazione "anti spreco alimentare" per le attività commerciali che regaleranno le eccedenze, con una riduzione della tassa proporzionale al peso del donato. Nel piano finanziario del servizio di gestione dei rifiuti è previsto un aumento di circa 1 milione in gran parte destinato a interventi per la messa in sicurezza della ex discarica di Basse di Stura. Su altri fronti, per la Cosap aumenti massimi dello 0,9%, confermata l'addizionale Irpef dello 0,8%, calo da 715,82 a 238,06 euro per chi custodirà a casa le ceneri dei propri cari defunti e revisione al rialzo, in base all'Isee, delle tariffe dei permessi per Ztl e sosta residenti in zona blu. Riviste anche le tariffe per l'utilizzo degli impianti sportivi salvaguardando le attività per i ragazzi sotto i 15 anni e gli over 60. Infine chi vive una situazione di disagio economico potrà diluire in un tempo più esteso, e con una rateazione più favorevole, i debiti con l'amministrazione.

Aumenti in vista anche per l’abbonamento annuale destinato ai residenti in zona blu. Se oggi costa 45 euro per tutti, dall’entrata in vigore delle nuove tariffe arriverà la stangata per i più abbienti: gli Isee tra i 20 e i 50mila euro pagheranno 90 euro che diventeranno 180 per chi ha un Isee superiore ai 50mila euro.

Contesta la versione data dalle opposizioni l’assessore al Bilancio Sergio Rolando: “La Giunta Comunale di questa mattina non ha approvato nessuna stangata”, scrive in una nota, respingendo le critiche sulle linee di indirizzo approvate in merito a tributi locali, tariffe, rette e canoni. “Sono state mantenute inalterate gran parte delle tariffe, con aumenti sulla Tari contenuti nell’ordine dello 0,9%, in linea con l’inflazione programmata - sostiene Rolando -. Ci sono anche alcune diminuzioni relative ad esempio alle tariffe cimiteriali e per gli operatori dei mercati. Un particolare rilievo hanno le tariffe relative alla Ztl e ai posteggi nelle strisce blu: questa amministrazione desidera utilizzare la leva tariffaria per incentivare nel centro cittadino l’uso dei mezzi pubblici e pertanto le tariffe sono state adeguate a quelle delle principali città italiane ed europee. Anche questa scelta è stata compiuta salvaguardando le fasce di reddito introducendo, ad esempio, per gli abbonamenti residenti, quattro fasce di Isee. Per ciò che riguarda le agevolazioni Tari correlate alle fasce Isee nella delibera si specifica che queste saranno correlate alle compatibilità del bilancio che sarà approvato in Giunta la prossima settimana”.

print_icon

8 Commenti

  1. avatar-4
    16:41 Martedì 21 Marzo 2017 wilecoyote Avanti così

    Sindaco, non ti curar di loro e vai avanti. Da Castellani in poi c'è stato un inarrestabile declino della città, mentre il debito è aumentato. Non mollare di un palmo!

  2. avatar-4
    18:51 Domenica 19 Marzo 2017 giacomo_b isee....

    Facciamo organizzare il tutto all'assessore Patti che per come ha compilato il modulo è già stata condannata. Ottima idea proposta qui sotto, perchè non fare pagare in base alla lunghezza? Sotto casa mia non c'è mai parcheggio perchè è pieno di moto, vespe e motorini che non pagano nulla, ha senso tutto ciò? E' possibile far pagare anche le moto o il comune non riesce a gestire un database di targhe di residenti? Per equità si mettano le strisce blu in tutta la città visto che uno vale uno, perchè devo essere discriminato solo perchè nella mia zona ci sono le strisce blu? Ideona! Non mi resta che dichiararmi ambulante e dire che la macchina è un mercatino di natale alla fine pagherò meno....

  3. avatar-4
    15:34 Domenica 19 Marzo 2017 laurare problemino con proposta

    quanti sono i residenti in zona blu? chi paga i Caf per la compilazione Isee? quanto costa alla collettività ogni Isee compilato? quanti degli Isee residenti saranno assolutamente inutili? Probabilmente, calcolatrice alla mano, qualcuno capirà che l'ideona fa acqua da tutte le parti. Spero ci arrivino anche in Comune... Ma vogliamo proprio essere educativi? Iniziamo a far pagare di più SUV e berlinone, che occupano molto più spazio stradale di una piccola utilitaria. E siano i proprietari di SUV e auto di grossa cilindrata a presentare Isee. Operazione più mirata, facile da realizzare perché i dati sono già in possesso del Comune. Logico, direi. Forse troppo.

  4. avatar-4
    22:38 Sabato 18 Marzo 2017 laurare isee per tutti, ma che idea grandiosa!

    Molte decine di migliaia di residenti in zona blu costretti a richiedere certificazioni isee in contemporanea... questa sì che è una genialata! Vessarne tanti, tantissimi per poi trovarne qualcuno a cui aumentare del 400percent. il balzello per poter posteggiare nel proprio quartiere. La domanda è: è stato fatto un calcolo preventivo, anche solo ipotetico, su quanti avranno un isee oltre 50.000 euro? Sindaco e assessore al Bilancio pensano che valga davvero la pena di scocciare tutti i residenti in zona blu? O sperano che qualcuno si dimentichi per poi bombardarlo con il quadruplo dell'attualmente dovuto? Va ricordato che ai residenti in zona blu il Comune non regala proprio niente: il permesso non è un favore da far pagare caro a chi ci abita (e spesso si tratta di aree parecchio degradate). Se questo è il nuovo modo di amministrare... Chissà perché, mi sembra il vecchio, burocratico e cervellotico procedere di sempre: munirsi di pezzi di carta, please, e che importa all'Amministrazione se il cittadino butta via qualche ora. Forse è meglio non usarlo proprio, il termine "cittadini"...

  5. avatar-4
    15:34 Sabato 18 Marzo 2017 PELDICAROTA GRAZIE APPENDINO GLI EVASORI FISCALI RINGRAZIANO

    Io che, a reddito fisso, pago tutte le mie tasse, vedrò l'evasore fiscale sotto case che non fa una ricevuta fiscale neppure se gli punti la pistola alla nuca, pagare la sosta meno di me? E' geniale?

  6. avatar-4
    13:56 Sabato 18 Marzo 2017 giacomo_b La nuova casta aumenta tasse e balzelli...ma dove sono i servizi?

    La casta: i salari degli assessori non sono stati abbassati, la giunta ha accesso alla ztl gratuitamente...... tra poco mi auguro di non venire a sapere che qualcuno non paga nemmeno le multe e qualche parente ha comprato garage "da investimento" prima che uscisse la notizia.....almeno avessero dato il buon esempio facendo vedere che pagano come i comuni cittadini! Ma non si sentono patetici a paragonare Torino alle altre città europee? non si accorgono che andando avanti così tra poco dovremo confrontarci con le città del terzo mondo? per non parlare di educazione stradale: vorrei vedere multate le auto che parcheggiano sulle strisce davanti ai migliori locali della città e non vedere auto ferme in doppia fila per non pagare le strisce blu.

  7. avatar-4
    23:35 Venerdì 17 Marzo 2017 BenGentileNéh mettiamo che...

    ...io viva in centro perché ho ereditato una soffitta da una zia gattara che ha vincolato la mia eredità al sostentamento a vita di una colonia felina, che io faccia un lavoro pagato con i voucher (fino a San Silvestro ci arrivo...), che io abbia una vecchia Duna diesel sotto zero -comprata ventuno anni fa con un mitico 7 al totocalcio- con cui vado a lavorare in periferia un giorno si e tre no per guadagnarmi i miei voucher (che adesso manco più quelli...)... Adesso che m.....a faccio? Pago 200 eurini per la zona blu? Oppure vendo la soffitta per due soldi a uno speculatore che la trasformerà in un fantastico airbnb, brucio l'auto per l'assicurazione (mmmh non la pago da sei anni...), rubo una bici alla stazione e vado su e giù per le nuove fantastiche ciclabili per portare cibo alla colonia felina. Potrei sempre trasferirmi in periferia che doveva diventare il posto più bello di Torino con l'erba tagliata e le panchine nuove... Peccato che il trasloco con la Duna non lo potrò fare perché la Sindaca ci tiene tanto alla salute dei Torinesi e la mia macchina può causare seri danni alla salute!!!

  8. avatar-4
    20:18 Venerdì 17 Marzo 2017 Crisbi Ceneri

    Con questa Giunta conviene solo essere ridotti in cenere, per avere agevolazioni. La politica è un mestiere, difficile.

Inserisci un commento