TRAVAGLI DEMOCRATICI

Scissione in casa Chiamparino

Non ce l'ha fatta il governatore a scongiurare la frattura del Pd in Consiglio regionale. Ottria e Accossato preparano le valigie per approdare al Mdp di Bersani e D'Alema. Nei prossimi giorni la formalizzazione del nuovo gruppo

La decisione era nell'aria da tempo e la prossima settimana sarà ufficializzata. Saranno due i consiglieri regionali che lasceranno il Partito democratico per fondare il gruppo di Mdp - Movimento democratico e progressista - a Palazzo Lascaris. La scissione, così, entra anche a casa di Sergio Chiamparino, che fino all'ultimo ha provato a scongiurare la spaccatura nel principale partito della sua coalizione. Ad abbandonare il Pd sono l’alessandrino Valter Ottria, come peraltro già annunciato dallo Spiffero due settimane fa salvo essere smentiti dallo stesso consigliere in evidente crisi d'identità, e l'ex sindaco di Collegno Silvana Accossato, eletta in via Alfieri grazie al listino. Per ora, da parte di entrambi, le bocche restano cucite ma il dado è tratto e lo spazio per un eventuale ripensamento pare ridottissimo. 

Ottria, classe 1959 di Acqui Terme, dopo aver sostenuto Pippo Civati al congresso di quattro anni fa, venne eletto in Consiglio grazie all'appoggio dell’ala fassiniana alessandrina guidata da Rita Rossa e Paolo Filippi, per poi avvicinarsi progressivamente al senatore Federico Fornaro con cui ha condiviso la delusione per le politiche del governo e la gestione del Pd da parte di Matteo Renzi e poi il travaglio seguito alla spaccatura sancita da Pier Luigi Bersani eMassimo D’Alema. Dubbi acuiti dal timore di ritrovarsi da solo nel gruppo misto assieme al "destro" Gian Luca Vignale, il quale ha recentemente aderito al Polo Sovranista di Gianni Alemanno e Francesco Storace. Ora anche per Accossato - un passato da assessore in provincia prima di essere eletta sindaco a Collegno - è giunto il tempo di fare le valigie e seguire un cuore che ha sempre battuto a sinistra, come dimostrano i suoi esordi nel Pci e poi in tutte le successive articolazioni. 

Intanto, nell'ala sinistra del Pd, dove risiedono quelli che sono rimasti e che sosterranno la mozione di Andrea Orlando, è stata formalizzata la designazione del vicepresidente della Sala Rossa Enzo Lavolta come coordinatore piemontese, mentre Giorgio Ardito, l'ultimo segretario del Pci subalpino, sarà il referente a Torino.

print_icon

0 Commenti

Inserisci un commento