PALAZZO CIVICO

Appendino Airlines, voli a 5 stelle

Ci si lamentava tanto del Fassino "giramondo", ma anche la giunta grillina non scherza in quanto a missioni all'estero. Nel 2017 viaggi e trasferte in Cina, Australia, Oman, Israele e mezza Europa

“Quanto ci costa un sindaco giramondo?”. Cambiano i ruoli a Palazzo Civico, ma non gli attori e nemmeno il copione. A far le pulci a Piero Fassino, nel pieno della sua amministrazione, era Chiara Appendino, allora in versione Giovanna d’Arco, pronta dai banchi dell’opposizione a cogliere in fallo il primo cittadino. E sì che il compagno Piero ne prendeva di aerei, sempre in giro a vendere la sua Torino per inserirla in un contesto internazionale, a costo di far lievitare le spese di rappresentanza. Ma oggi quanto spende la sindaca grillina per le missioni sue e della sua giunta?

Di certo c’è che per il 2017 sono già stati programmati una ventina di viaggi: Madrid, San Pietroburgo, Israele, Oman, Cina, Australia. Insomma l’Appendino Aerlines è sempre attiva che si tratti di un meeting o un’occasione di promozione, una fiera o una inaugurazione. Si prende e si parte, ma mica da sola. Lontani i tempi in qui la Appendino, consigliera di opposizione, addirittura paragonava Fassino al duca di Savoia Emanuele Filiberto, che dopo la pace di San Quintino, fu ricevuto da Filippo II al cui cospetto si presentò con una delegazione talmente numerosa da suscitare lo scherno dell’Imperatore: “Entri lui con tutto il suo codazzo” si sentì dire. Citazione che già prefiguravano il sodalizio con padre Paolo Giordana, oggi capo di gabinetto e vero dominus di via Milano.

Secondo l’elenco delle missioni aggiornato al dicembre 2016 gran parte dei viaggi si concentrano in primavera: a fine aprile l’assessore al Commercio Alberto Sacco volerà in Danimarca con una delegazione dell’ufficio Relazioni internazionali e di Turismo Torino, il 25 e 26 maggio l’assessora Paola Pisano si recherà a Valencia per il convegno su sicurezza e nuove tecnologie. Neanche il tempo di disfare le valigie e Sacco torna in viaggio a giugno per andare a San Pietroburgo dove parteciperà al Forum Spief sullo sviluppo economico e a confermare l’interesse dell’amministrazione verso la Madre Russia, la città di Pietro il Grande tornerà a ospitare una delegazione torinese formata da sindaca, assessora Francesca Leon, Turismo Torino e Museo Egizio, tra il 14 e il 17 giugno. A settembre trittico di impegni per le feluche nostrane: Israele, Oman e Australia. Un fitto elenco di missioni in continuo aggiornamento. 

print_icon

0 Commenti

Inserisci un commento