Vialattea, stagione da record

La stagione sciistica 2016/17 sulle piste del comprensorio internazionale della Vialattea si è conclusa segnando un trend estremamente positivo e tanti sono i fattori che ne hanno determinato il successo. L’innevamento è stato ottimale durante tutta la stagione invernale. Le prime nevicate sono arrivate puntuali a fine novembre e hanno permesso l’apertura anticipata dei primi impianti già durante il fine settimana del 3 e 4 dicembre (il programma di apertura prevedeva come data di inizio stagione l’8 dicembre). Ad inaugurare la stagione invernale sono state le due gare di Coppa del Mondo di Sci Alpino, il 10 e l’11 dicembre, che hanno fatto registrare il tutto esaurito con oltre 20.000 persone accorse ad assistere alle competizioni. L’evento ha portato in tutto il mondo le immagini di piste preparate con estrema cura e di un comprensorio magnifico e perfettamente innevato, un ottimo lancio per la promozione della stagione stessa: una stagione molto lunga che ha contato 133 giorni di apertura degli impianti di risalita e che si è protratta, essendo la Pasqua molto tardiva, fino al 17 aprile, nonostante la consapevolezza del fatto che dopo la prima settimana di aprile, anche in presenza di festività e di un buon innevamento, l’afflusso di sciatori cala enormemente. Nel complesso sono stati sfiorati i 14 milioni di passaggi sugli impianti di risalita nell’intero comprensorio della Vialattea durante tutta la stagione invernale, sicuramente uno dei migliori risultati degli ultimi anni. 

Settimana dello Sport, progetto vincente a supporto dell’economia turistica
Una bella iniziativa, degna di nota nella stagione sciistica 2016/2017 è stata la Settimana dello Sport: un progetto nato dalla volontà della politica, delle istituzioni, del territorio e della scuola di lavorare insieme per raggiungere un risultato proficuo per tutte le realtà coinvolte.

La disponibilità dell’Assessorato all’Istruzione e al Lavoro, in sinergia con l’Assessorato al Turismo ed allo Sport della nostra Regione, ha permesso di inserire nel calendario scolastico, in occasione del periodo di carnevale, la Settimana dello Sport, prolungando di un giorno, se pur nella ovvia discrezionalità delle scuole, il periodo di vacanza e dedicando i successivi due giorni, il giovedì ed il venerdì, ad attività scolastiche in montagna, in città e anche sui banchi di scuola dedicate allo sport, alla storia dello sport, alla cultura dello sport e, perché no, all’igiene ambientale, fisica e di vita legata allo sport.

“Possiamo senz’altro dire” afferma con soddisfazione Giovanni Brasso, Presidente della Sestrieres SpA, "che questo esperimento è riuscito anche se, come era prevedibile relativamente alla stagione che si è appena conclusa, abbiamo potuto usufruire soprattutto del beneficio psicologico derivato dalle scelte degli assessorati competenti che ha permesso a più famiglie di godersi serenamente la settimana sulla neve, cosa che non avrebbero fatto se non fossero state assunte le decisioni politiche di cui sopra, ed alle località turistiche del Piemonte di registrare afflussi da record proprio nel periodo di carnevale. Non possiamo che sperare che l’iniziativa vada avanti".

Certamente si è trattato di una scelta intelligente che, a costo zero, ha garantito ritorni importanti agli operatori turistici delle 56 stazioni sciistiche del Piemonte che in termini pratici, oltre al resto, alla fine garantiscono decine di migliaia di posti di lavoro.

Quest’anno, grazie alla Settimana dello Sport, circa 1.200 studenti piemontesi hanno trascorso una giornata in montagna, ma nel complesso sono stati circa 17.000 i ragazzi coinvolti in iniziative organizzate nelle scuole dagli enti regionali di promozione sportiva e volte a sensibilizzare gli studenti sui valori sociali dello sport.

La Coppa del Mondo ritorna a Sestriere
E’ stata ricca di soddisfazioni anche la stagione agonistica in Vialattea. “Sono orgoglioso – ha dichiarato Gualtiero Brasso, Presidente del comitato organizzatore Coppa del Mondo di Sestriere – che la Fisi e la Fis abbiano apprezzato il lavoro svolto in occasione delle due gare di Coppa del Mondo che si sono disputate sulle nostre piste lo scorso mese di dicembre, sicuramente il massimo riconoscimento che si potesse sperare di ottenere. Il territorio e le istituzioni hanno lavorato in sintonia e vedere decine di migliaia di appassionati accorrere per assistere alle gare è stata un’emozione unica per tutti coloro che hanno contribuito all’organizzazione dell’evento”. E proprio questo successo ha spalancato le porte verso l’ottenimento della Coppa 2019: Sestriere è candidata per l’organizzazione di un gigante ed uno slalom femminile, il 14 ed il 15 dicembre 2019. Ora si attende la conferma dei calendari ufficiali prevista per fine maggio in occasione del congresso FIS di Portorose.

Degna di nota anche la trentaseiesima edizione dell’Uovo d’Oro Audi, tradizionale kermesse di fine stagione per giovani sciatori che ha raccolto oltre 1500 partecipanti provenienti un po’ da tutta Italia oltre che da Francia, Spagna e Polonia e per la prima volta quest’anno la manifestazione ha coinvolto con grande entusiasmo anche gli atleti dello sci nordico che si sono sfidati lungo il percorso olimpico di Pragelato.

Vialattea sempre più internazionale
Il trend positivo della stagione invernale 2016/17 sulle piste della Vialattea è stato registrato anche grazie alla crescita delle presenze di sciatori provenienti dai mercati stranieri. “E’ da alcuni anni che stiamo lavorando intensamente per espandere nuovi mercati all’estero” ci sottolinea Massimo Bonetti, Presidente del Consorzio Turistico Via Lattea, “e grazie alle sinergie che siamo riusciti a sviluppare con l’intero territorio ed alle varie promozioni intraprese possiamo contare sulla competenza e sulla programmazione dei più prestigiosi tour operator internazionali. Registriamo un costante aumento delle presenze da parte dei turisti anglosassoni che tramite i T.O. da anni presenti sulle nostre nevi rappresentano lo zoccolo duro del turismo intermediato, insomma... una garanzia. Altro mercato importante e in continua crescita è quello scandinavo; gli scandinavi apprezzano la vastità del Comprensorio della Vialattea ma soprattutto, essendo ottimi sciatori, apprezzano la varietà dei paesaggi e la possibilità di sciare anche su piste particolarmente impegnative. I turisti italiani da alcuni anni, “ritornano” sulle nostre montagne e si iniziano a vedere anche i francesi”.

“Già da febbraio – continua Bonetti – abbiamo ricevuto dagli operatori turistici, oltre a molte richieste di informazioni, anche parecchie conferme per la prossima stagione; siamo molto soddisfatti e guardiamo al futuro con ottimismo, consci che l’offerta turistica che offre “il sistema neve” dell’Alta Val Susa ha pochi eguali”.

print_icon