GRANDI OPERE

Grattacielo, la Regione vede la fine

Passaggio di testimone tra cooperative rosse per il completamento della Torre di Fuksas. Alla fallita Coopsette subentra la carpigiana Cmb, già presente nell’Ati. Quattordici mesi di lavoro per consegnare la nuova sede degli uffici

Resta praticamente nelle stesse mani, quelle delle cooperative “rosse”, il completamento del grattacielo della Regione Piemonte. Una vicenda travagliata, dopo il fallimento della Coopsette, i lavori hanno subito uno stop e ora la “sorella” Cmb, Cooperativa muratori e Braccianti di Carpi, ha deciso di subentrare nel ruolo di capofila della Ati che finalmente concluderà, con ritardo di un paio di anni, la costruzione del palazzo. È la stessa Regione a rendere noto l’approvazione da parte del consiglio di amministrazione di Cmb dello schema di contratto di subentro varato l’8 maggio scorso dalla giunta di Sergio Chiamparino. Nei prossimi giorni avverrà la firma del contratto davanti al notaio, poi la ripresa dei lavori la cui conclusione è prevista dal contratto stesso entro 14 mesi dalla firma.

Molto critico il M5s. “In questo modo i cittadini piemontesi continueranno a pagare gli affitti degli attuali uffici regionali oltre alle rate del leasing per un edificio inutilizzabile. Un progetto nato male che sta proseguendo nel peggiore dei modi nonostante i toni ottimistici da sempre esternati dalla giunta”, è il commento di Giorgio Bertola, consigliere regionale grillino. “Un’intesa - secondo Bertola - accettata dalla giunta che suona come una sconfitta per i cittadini e le casse regionali. Perché dopo mesi di tentennamenti e attese, la Regione ha accettato le condizioni imposte da Cmb che determinano uno svantaggioso prolungamento di ulteriori 8 mesi per l’ultimazione dell’opera”.

print_icon

2 Commenti

  1. avatar-4
    22:20 Giovedì 18 Maggio 2017 tandem Un bel risultato....

    Se quattordici mesi sembrano pochi..... bel risultato, complimenti a Chiampa & C

  2. avatar-4
    15:57 Giovedì 18 Maggio 2017 Pacioc da notizie in mio possesso...

    la piramide di Cheope è stata costruita in minor tempo. Chissà quando i primi "trabajadores" regionali ci metteranno piedi.

Inserisci un commento