TRAVAGLI DEMOCRATICI

Ex voto Pd alla Madonna nera

Pellegrinaggio a Oropa del gruppo dem di Palazzo Lascaris per ringraziare dello scampato pericolo sulle firme false. Chiamparino resta a Torino, infastidito dalle critiche della Fregolent che si becca la reprimenda di Gariglio e Ravetti

Povera Madonna Nera. Prima, un paio d’anni fa, quelli di Forza Italia, adesso a salire al santuario di Oropa sono i piddini. Senza apparire, men che meno essere blasfemi, vien da pensare cosa penserà la Vergine raffigurata nella famosa scultura lignea del XIII secolo di questi pellegrinaggi. Quello di domani, definito più laicamente “gita” nella chat del gruppo consigliare dem di Palazzo Lascaris, è stato organizzato da Davide Gariglio. Il quale può contare sull’appoggio logistico del biellese Vittorio Barazzotto, l’unico a essere già sul posto mentre tutti gli altri partiranno di buon mattino verso quella giornata in cui i consiglieri dem magari vorranno espiare per aver peccato in pensieri, opere ed omissioni nel corso della legislatura della quale ormai s’è superata la metà, oppure per chiedere grazie perché la stessa termini nel migliore, o meno peggiore, dei modi. Già ci sarebbe da mettere un modulo con le firme tra gli ex voto.

Insomma, sebbene la corrente della sacrestia resti una delle più solide nel Pd piemontese, un suo esponente di spicco che per inciso è pure segretario regionale, alla “gita” inusualmente organizzata di venerdì attribuisce però il significato e lo scopo di una riunione del gruppo consiliare (da lui presieduto) fuori dalla sede abituale “per rispondere anche a chi ci accusa di eccessivo Torinocentrismo”. Giacche a vento, cappellini da pioggia e un po’ di delusione per la rinuncia all’ascensione in funivia con scarpinata a seguire: il meteo non promette nulla di buono. E allora: ristorante. Prima, per chi vorrà, alle 11 e mezza la Santa Messa. Tutto nel programma che viaggia in chat a mezza via tra la professionalità di un tour operator e un parroco che, ombrello in mano, porta in pellegrinaggio – appunto – il suo gregge.

Esercizi spirituali, quelli dei democrat piemontesi, in un periodo di profonda crisi e travagli interiori. Giorni complicati per il rapporto tra il partito (o parte di esso) e la giunta di Piazza Castello, il Chiappendino sotto fuoco amico un giorno sì e l’altro pure, le tentazioni che crescono e con esse le esternazioni con l’approssimarsi delle elezioni politiche, lo sguardo rivolto anche verso il 2019 poi non così lontano per chi ambisce a succedere a Sergio Chiamparino. Già, il Chiampa: invitato, ovviamente di riguardo – quello che se si arrivasse in pullman starebbe nei primi posti avanti per poter stendere le gambe – pare che difficilmente salirà ad Oropa. Non ci sarà il suo assessore alla Sanità Antonio Saitta impegnato nel Cuneese e altri sono dati tra gli incerti.

Aggiungere un posto a tavola, sarà il problema minore per il capogita Gariglio. Il quale alla vigilia ha mostrato di apprezzare la sortita sui vaccini della deputata Silvia Fregolent, al pari di una ruota forata dell’auto appena prima di partire. Non rovineranno la gita le parole della renzianissima parlamentare che ha sollecitato la Regione e Chiamparino in primis a darsi una mossa per fare una legge, appunto, sui vaccini. Sortita che ha suscitato la reazione piccata di Gariglio, il quale alla compagna di partito risponde senza troppi giri di parole che “siamo ben consapevoli dell’importanza del tema e lo abbiamo dimostrato accorpando le due proposte di legge, effettuando le consultazioni on-line in modo da superare probabili ostruzionismi e arrivare ai primi di giugno con il percorso completato”. Gariglio, tra le righe, alla Fregolent manda a dire che non serviva arrivasse lei per sollecitare qualcosa che si sta già facendo nella maniera più rapida.

Ancor più netto il vice di Gariglio al gruppo e presidente della commissione Sanità, Domenico Ravetti: “La Fregolent che immagino conosca le regole, cosa vuole? Che si vìolino quelle del regolamento? Stiamo procedendo a tappe forzate. Non capisco queste esortazioni e poi forse meglio sarebbe se qualcuno evitasse di provare a darsi un tono politico cercando la scena mediatica con attacchi al governo della Regione”. Fuoco di sbarramento quello dei due che si trovano a difendere Chiamparino, scompaginando – specie nel caso di Gariglio – schemi che fino ad oggi non sono stati certo immuni da attacchi sia pure velati allo stesso presidente.

Nessuna replica alla Fregolent da parte di corso Regina: l’assessore nelle stesse ore si è limitato a postare su facebook il suo plauso al deputato dem Federico Gelli per l’impegno nella stesura del nuovo testo sui vaccini obbligatori. Un segnale eloquente, quello di Saitta, da sempre convinto sostenitore dell’esigenza di una norma nazionale. Tuoni e fulmini, dunque, nel Pd sui vaccini. Un anticipo del clima che, come annunciato dalle previsioni, domani ci sarà al Sacro Monte. Niente funivia, niente scarpinata, ma la gita ormai non si può rinviare. La Madonna Nera, dopo aver accolto i berluscones, avrà nei piddini nuovi pellegrini. Che forse non sapendo più a che santo votarsi... Comunque il ristorante è prenotato. Nome? Gariglio.

print_icon

3 Commenti

  1. avatar-4
    18:23 Sabato 20 Maggio 2017 robertoserra patetico

    Cosa centra la Madonna,immagino che in questi momenti abbia ben altro altro a cui pensare, non certamente a 4 scarampagnati politici (shic) Forse più corretto sarebbe stato parlare ai pensionati, ai giovani, ai deparacidos del lavoro, che qualcuno pensa a loro. Forse in un estremo sussulto di dignità invece di scomodare la Madonna sarebbe poi stato difficile rinunciare a qualcosa....... Parole al vento. Chiampa, ci conosciamo da tempo fai in modo che la storia continui la politica è una cosa seria mentre come al solito i politici non lo sono roberto serra ex sindaco olimpico di Cesena

  2. avatar-4
    23:08 Giovedì 18 Maggio 2017 Pacioc per l'intercessione

    sarebbe meglio un pellegrinaggio, a piedi naturalmente, almeno da Torino a Lourdes, meglio ancora a Fatima. Per Medjugorje, date le recenti polemiche, meglio informarsi prima.

  3. avatar-4
    22:16 Giovedì 18 Maggio 2017 tandem Consiglio

    Per le prossime elezioni consiglio i PD di affidarsi a santa Rita da Cascia, che si occupa dei casi disperati....

Inserisci un commento