POLITICA & GIUSTIZIA

Firme false Pd, tempi lunghi

La causa civile sulle irregolarità delle sottoscrizioni alle ultime Regionali slitta in autunno. Il Tar attende la decisione del Tribunale per decidere la sorte degli eletti dem di Torino. Ma la legislatura è salva

Arriverà dopo l’estate la fine del procedimento giudiziario nato da una “querela di falso” sulle irregolarità elettorali di una lista del Pd alle ultime regionali del Piemonte. Oggi il tribunale civile di Torino ha trattenuto la causa in decisione, assegnando alle parti 60 giorni per il deposito delle comparse conclusionali e altri venti per le repliche. Il Tar del Piemonte attende l’esito di questo procedimento per decidere sulla eventuale decadenza di alcuni consiglieri regionali del Pd (un massimo di otto). Secondo i ricorrenti (l’ex esponente leghista Patrizia Borgarello e attivisti M5s) la causa civile ha accertato la falsità di buona parte delle firme raccolte in appoggio della lista Pd sotto esame.

print_icon

0 Commenti

Inserisci un commento