Giovannetti

Dicono che… abbia lasciato Torino senza troppi rimpianti, al massimo con qualche recriminazione per quello sfratto dal piano nobile di Palazzo civico subito dal centrosinistra. Gianni Giovannetti, dopo la sconfitta di Piero Fassino, di cui è stato per cinque anni portavoce, è tornato nella “sua” Roma. Da qualche mese collabora con il ministro dell’Agricoltura Maurizio Martina che l’ha nominato consigliere per gli affari istituzionali. Un compito che l’ex inviato del Messaggero svolge a titolo gratuito.  Dal 2005 al fianco di Fassino come addetto stampa, prima alla segreteria dei Ds, quindi al Pd e infine al Comune di Torino, conserva con il suo ex datore di lavoro un solido legame di amicizia che neppure la disfatta elettorale ha scalfito.

print_icon