Figlia di N.N.

Dicono che… magari è vero, come hanno affermato i dirigenti torinesi, che “nessun nome” della terna designata da Chiara Appendino per il consiglio di Smat “è espressione o riconducibile a Forza Italia”, eppure i pettegolezzi sul “santo del paradiso azzurro” artefice della nomina di Giuseppina Cavasino impazzano. C’è chi è pronto a giurare di aver notato la finora poco nota avvocato, classe 1973, in compagnia di un maggiorente berlusconiano, il quale avrebbe messo lo zampino nell’investitura, trattando direttamente con il portavoce della sindaca Luca Pasquaretta. Per informazioni rivolgersi a Orbassano oppure in corso Dante.

print_icon