Imprese: accordo Confindustria e Intesa Sanpaolo, 8 mld a Piemonte

L'industria 4.0 e gli sviluppi del digitale sono al centro dell'accordo triennale "Progettare il futuro" tra Confindustria Piccola Industria e Intesa Sanpaolo dedicato alla competitività e alla trasformazione delle imprese. La partnership mette a disposizione un plafond nazionale di 90 miliardi di euro, dei quali 8 miliardi destinati alle imprese piemontesi. Quattro i capisaldi dell'accordo: ecosistemi di imprese e integrazione di business, finanza per la crescita, capitale umano, nuova imprenditorialità. Intesa Sanpaolo e Piccola Industria Confindustria mettono a disposizione soluzioni che permettano alle imprese di trasformarsi e migliorare i processi produttivi ricorrendo a nuove tecnologie. L'accordo punta a finanziare la crescita del business valorizzando il patrimonio intangibile delle imprese attraverso un nuovo modello di relazione basato sui fattori qualitativi legati al credito, tra cui la capacità innovativa, la formazione e la strategicità della catena fornitore-champion. L'intesa punta anche a favorire l'alternanza scuola-lavoro e la nuova imprenditorialità: Intesa mette a disposizione il modello di valutazione delle startup. E' il nuovo algoritmo Dats (Due Diligence Assessment Tool Scorecard) già inserito nelle Regole di concessione del credito, a supporto della valutazione creditizia delle startup e in futuro alle pmi innovative. 
 

print_icon