Aral, si dimette presidente coinvolto in indagini

Fulvio Delucchi si è dimesso da presidente dell'Aral, il consorzio per la raccolta e il trattamento dei rifiuti partecipato dal Comune di Alessandria finito in una inchiesta del Noe di Milano per traffico illecito di rifiuti. La decisione al termine del consiglio di amministrazione dell'azienda, che si è riunito oggi. Il neo sindaco di Alessandria, Gianfranco Cuttica di Revigliasco, preso atto delle dimissioni, assicura di valutare "le migliori azioni da intraprendere". "Nelle nostre intenzioni - aggiunge il primo cittadino - c'è il rilancio della società, superando questo difficile momento, impegnandoci con serietà per permetterle di crescere e di rimanere alessandrina e con una gestione di massima trasparenza". La vicenda è seguita da vicino anche da Davide Buzzi Langhi, assessore alle Partecipate. Oltre a Giuseppe Esposito, capo impianto di Castelceriolo finito ai domiciliari, tra gli indagati figura anche Ezio Guerci, vicesindaco nelle passate amministrazioni e compagno dell'ex sindaco Rita Rossa (Pd). Eugenio Sassone e Antonella Colona, che fanno parte del cda dell'Aral, hanno espresso l'intenzione di proseguire nel proprio incarico.

print_icon