Torino, questura in prima linea per le "vittime vulnerabili"

Sono 169 le persone controllate dall'1 al 10 agosto dalla polizia di Stato a Torino nell'ambito della campagna 'Alta visibilità' della questura finalizzata a monitorare le aree cittadine maggiormente frequentate dalle cosiddette 'vittime vulnerabili', come giardini pubblici, mercati, parrocchie e uffici postali. Diverse sono le campagne di sensibilizzazione e divulgazione di materiale informativo, sia di contenuti preventivi a condotte criminali specifiche, promosse periodicamente dalla questura di Torino con la collaborazione della Regione Piemonte, enti, istituti, associazioni e in taluni casi della Curia Metropolitana. La questura di Torino, sin dal 1999, dispone del servizio di ricezione denunce a domicilio dedicato ai cittadini ultrasessantacinquenni e ad altre fasce deboli, servizio poi esportato su tutto il territorio nazionale. Ecco gli slogan di alcune campagne: “…Se tu non puoi veniamo noi…”, “occhio alle truffe”, “non siete soli #chiamateci sempre”. Prossimamente verrà realizzata un’analoga campagna per la richiesta di intervento della polizia di Stato.

print_icon