LAW & ORDER

Sindaco civic multa auto in sosta

Succede a Biella, dove il primo cittadino del Pd armato di macchina fotografica ha ripreso gli automobilisti indisciplinati. Insorge la Lega locale: “Illecito contro il codice della strada e la legge”. La replica: Sono un pubblico ufficiale”

Un sindaco vigile, nel vero senso della parola. Ha dichiarato guerra alla sosta selvaggia e lo ha fatto, passando pragmaticamente dalle parole ai fatti: si è armato di macchina fotografica e ha immortalato tutti gli automobilisti indisciplinati. È il sindaco di Biella, Marco Cavicchioli, del Pd, che con questo metodo ne ha finora colto in flagranza oltre 40. Uno di questi, però, si è rivolto alla Lega Nord che ha attaccato il primo cittadino accusandolo di atto illecito. Secondo la Lega, le fotografie del sindaco, senza un controllo sul posto da parte dei vigili urbani, non sarebbero sufficienti a elevare contravvenzione.

Immediata la reazione di Cavicchioli: “Sono un pubblico ufficiale nell'esercizio delle sue funzioni - ha dichiarato - e le foto sono state realizzate con apparecchiatura in dotazione all'amministrazione comunale, che contiene l'indicazione della data e dell'ora di esecuzione delle fotografie, senza possibilità di alterazione dei dati”. Tutto si è svolto nel rispetto e secondo le norme vigenti, ha aggiunto “anzi, nei casi in cui la contravvenzione è arrivata in seguito a una mia segnalazione fotografica, la procedura è stata più approfondita e cauta rispetto a quella che la legge avrebbe considerato sufficiente, per maggior tutela dell'automobilista”.

Cavicchioli ci ha tenuto a precisare di non essere stato particolarmente pignolo, ma di essersi limitato a “casi eclatanti, impossibili da ignorare”. Ma il consigliere comunale del Carroccio, Giacomo Moscarola, avendo accesso agli atti, ha prima verificato la quantità di multe pronte ad essere spedite dopo gli scatti del sindaco, poi ha preparato un vero e proprio fascicolo che intende portare in Prefettura. “Il sindaco - sostiene - ha commesso un illecito contro il codice della strada e il codice penale”.

print_icon

2 Commenti

  1. avatar-4
    08:21 Martedì 29 Agosto 2017 Paladino Proverbi

    A Milano dicono in questi casi "ofele' fa to meste' ". Faccia bene il suo mestiere invece di penose comparsate. ....

  2. avatar-4
    21:35 Lunedì 28 Agosto 2017 LuigiPiccolo Quando si dice avere una marci in più

    http://www.lospiffero.com/ls_article.php?iduguale35107 Se lo metti assieme a l'assessore di Alessandria, nello stesso comune ricreerebbero La cittadina di Footloose .... proibirebbero anche la musica

Inserisci un commento