Digos

Dicono che… per l’attuale capo della Digos torinese, Giampietro Lionetti, sia imminente in trasferimento ad analogo incarico alla questura di Roma. Il dirigente della Polizia di Stato che, un paio di anni fa arrivò sotto la Mole per sostituire la “storica” guida della Divisione investigazioni generali operazioni speciali, Giuseppe Petronzi (all’epoca destinato all’ambasciata d’Italia a Washington e attualmente questore di Vicenza) dovrebbe subentrare a Maurizio Fabozzi. Quest’ultimo sarebbe, infatti, in procinto di prendere il posto – al vertice del centralissimo commissariato Trevi-Campo Marzio – del funzionario che, nel corso dello sgombero dello stabile di via Curtatone aveva pronunciato la frase rivolta agli agenti e rimbalzata su tutti i social: “se vi tirano qualcosa spaccategli le braccia”.  Lionetti, prima di arrivare a dirigere la Digos a Torino aveva ricoperto lo stesso incarico a Venezia e prima ancora, come vice nella Capitale dove si era occupato di terrorismo e del mondo antagonista.

print_icon