POLITICA & SANITA'

Sanità, assunzioni al palo

Il tanto sbandierato piano della Regione è fermo: “Non è stata fatta neppure la verifica del personale necessario ad affrontare le criticità”. Il sindacato degli infermieri Nursind sul piede di guerra: “Pronti alla mobilitazione”

Assunzioni: promesse non mantenute. “Le Aziende Sanitarie non rispettano o non possono rispettare la delibera della Giunta Regionale di aprile 2017 che recepiva l’accordo di marzo sulle politiche assunzionali tanto sbanderiato come una svolta nella sanità piemontese”. Così il Nursind, sindacato delle professioni infermieristiche che minaccia di entrare in stato di agitazione. “Doveva essere predisposto un piano triennale di fabbisogno di personale entro il primo semestre 2017 al fine di assicurare, con le disponibilità finanziare e di bilancio, le esigenze e il funzionamento dei servizi tenendo conto della riorganizzazione e gli obbiettivi posti. Nessuna azienda lo ha fatto”, aggiunge il sindacato.

LA LETTERA DI NURSIND ALLE ISTITUZIONI

Nursind sottolinea come non sia stata fatta neppure “la verifica del numero di personale necessario per far fronte alle esigenze sanitarie ed assistenziali” né sono state “valutate le unità di personale necessario a garantire gli adeguati livelli di efficienza in relazione alle criticità derivanti dalla legge 161/2014 sull’orario di lavoro”. L’organizzazione sindacale “chiederà a tutte le Aziende di aprire immediatamente un tavolo di confronto su questi temi, consapevole che senza aver determinato i punti di cui sopra è ovvio, oltre che impossibile, dare seguito a qualsiasi altro tipo di confronto se non ad azioni oramai unilaterali. In caso di risposta negativa saremo pronti a mobilitare gli infermieri ed ad indire sin da subito lo stato di agitazione”.

print_icon

2 Commenti

  1. avatar-4
    10:29 Venerdì 08 Settembre 2017 tandem La bugia è malattia inguaribile

    "Ė consigliabile servirsi della menzogna solo nelle grandi occasioni, considerandola come un rimedio eroico al quale si mette mano solo nei casi di emergenza: la menzogna è uno di quei medicinali che presentano rischio di assuefazione. " (Dino Segre detto Pitigrilli)

  2. avatar-4
    18:34 Giovedì 07 Settembre 2017 Paladino Solita annuncite di Saitta

    Saitta è affetto da grave annuncite, patologia che porta ad annunciare in modo compulsivo fatti alterati o inesistenti. E' certo che il contagio provenga da un "paziente zero" di nome Renzi. La cura certa consiste in una solenne batosta elettorale.

Inserisci un commento