Torino: da Consiglio ok a assestamento bilancio. Restituzione rate Gtt e Infra.To

Il Consiglio comunale, riunito eccezionalmente nella Sala delle Colonne di Palazzo Civico, ha oggi approvato la delibera di variazione di assestamento generale al Bilancio di previsione finanziario 2017-2019. L’assestamento viene realizzato attraverso una riduzione della spesa pari a 6.325.000 milioni di euro, suddivisi tra 6.000.000 in parte corrente e altri 325.000 in conto capitale.

La suddetta riduzione di spesa avviene in presenza di una diminuzione di pari importo delle entrate previste, garantendo il rispetto degli equilibri di bilancio e dei vincoli di finanza pubblica.

La votazione sulla delibera ha visto il pronunciamento a favore di  24 consiglieri (M5S), mentre 3 altri consiglieri di  Forza Italia, Lega Nord e Lista Morano hanno votato contro. Non hanno partecipato al voto i consiglieri di PD, Torino in Comune e Lista Civica per Torino.

Nella seduta odierna, il Consiglio comunale ha inoltre approvato due atti distinti relativi alla regolazione del debito della Città di Torino nei confronti di Infra.To e di Gtt.

Per ciò che attiene al debito relativo a Infra.To, ammontante a 57.088.045 MIO, per il rimborso delle quote di capitale e interessi relative ai mutui contratti da Infra.To per la realizzazione della linea 1 della metropolitana, la Convenzione approvata prevede il pagamento di una prima tranche di 18.852.000 MIO nel 2017 (somma già versata nello scorso mese di luglio), mentre la restante somma di 38.236.045 MIO sarà corrisposta nei successivi 10 anni con rate annuali di 3.823.604 MIO. La delibera è stata approvata con 24 voti favorevoli ed un voto contrario.

In riferimento al debito della Città con GTT, relativo all’acquisto di motrici tranviarie (serie 6000) per la linea 4, pari a 27.484.093,36 MIO, saranno corrisposti 3.5 MIO, già stanziati nel bilancio 2017, mentre la restante somma, pari a 23.984.093,36 MIO, sarà versata nei successivi 10 anni con scadenza della prima rata nell’aprile del 2018.
Anche la somma di 2.055.115,74 MIO relativa agli interessi di mora maturati sarà corrisposta in parti uguali con rate decennali a partire dall’aprile 2018. La delibera è stata approvata con 24 voti favorevoli e un voto contrario.

Entrambe le votazioni sono state precedute dall’approvazione di emendamenti di Giunta illustrati dall’assessore al bilancio, Sergio Rolando.

 

print_icon