Bancarotta per oltre 50 milioni, arrestato Farina

Ha dismesso attività e partecipazioni della sua azienda, attiva nel settore dell'editoria, a soggetti giuridici a lui riconducibili. Uno stratagemma che gli ha permesso di distrarre risorse per oltre 50 milioni di euro. Vittorio Farina, imprenditore torinese è stato arrestato dalla guardia di finanza, su disposizione del gip del tribunale di Torino, per bancarotta fraudolenta aggravata. Tra le accuse mosse all'uomo, quella di avere venduto lo stabilimento produttivo della società, la Ilte a Moncalieri, fallita nel 2016, e di avere utilizzato il ricavato - 60 milioni di euro - per finalità estranee agli interessi dell'impresa. L'amministratore avrebbe anche predisposto, secondo l'accusa, bilanci di esercizio non corrispondenti alla realtà dei fatti societari.

print_icon