Tav: Delli (Ue), chiedo moratoria su Torino-Lione 

Una "moratoria" sulla nuova ferrovia Torino-Lione: è quanto chiede ai governi italiano e francese Karima Delli, presidente della commissione trasporti del Parlamento europeo. L'eurodeputata ha lanciato la sua sollecitazione oggi da Venaus, in Valle di Susa (Torino), aprendo i lavori dell'Alter-Vertice No Tav, un convegno che, in vista del vertice italo-francese del 27 settembre a Lione, vuole ribadire le ragioni della contrarietà all'opera. "Noi - ha spiegato Delli - non siamo oppositori: noi siamo propositivi. E la nostra soluzione è utilizzare l'esistente". "Oggi come oggi - ha ancora detto l'eurodeputata - il progetto della Torino-Lione è vecchio: non corrisponde più alle necessità di questo momento storico, dove il trasporto merci è calato ed è diventata enormemente importante la questione climatica. Organismi di controllo hanno ribadito a più riprese che è un'aberrazione sia per i costi (dai 12 mld iniziali si è passati a 26), sia per le complicazioni sanitarie dovute al drenaggio delle acque". "Sono disponibile - ha concluso Delli - a lavorare sulle alternative con i ministri dei trasporti di Italia e di Francia". 

print_icon