Tatuaggi sempre più amati da donne, 340 esperti a Torino

Sempre più donne amano tatuarsi. E' la tendenza emersa a "Tattoo Convention", la kermesse che al Palavela di Torino ha radunato, in questo weekend, 340 tatuatori arrivati da tutto il mondo. "L'universo del tattoo è sempre più rosa. Ci sono i tatuaggi che descrivono la tua vita, quelli che parlano di te e quelli fatti per sentirsi belle", spiegano gli organizzatori dell'evento, nato otto anni fa. Chiara, 23 anni, in tre sedute da circa sette ore, decora la sua schiena. "Non ha un significato preciso. E' semplicemente affascinante. - sorride -. Sono molto vanitosa". E, tra gli stand, si incontra anche chi vuole parlare di sé. Ludovica, 20 anni, sul collo ha scritto: "Pain. Obsession", "dolore. Ossessione". "E' un po' come funziona il mio cervello", spiega. Tante le ragazze anche tra le tatuatrici. C'è chi si è specializzata in disegni "old school" americani. E chi si dedica interamente all'universo femminile: disegnando nudi di donne su altre donne. Di temi richiesti ce ne sono di tutti i tipi: dal floreale al gotico. I tribali, invece, non vanno più di moda. E i prezzi variano dai 50 euro sino al migliaio. Le donne della Convention scherzano: "Chi l'ha detto che tatuarsi è una cosa da uomini? Qui c'è davvero la parità di genere".

print_icon