Provincia Arzilla

Dicono che… i suoi passi felpati ormai scandiscano, da mattina a sera, il tempo nello storico Palazzo Ghilini, conquistato per la prima volta nella storia della Repubblica dal centrodestra. E nei grandi specchi il suo sorriso alla Fernandel si rifletta, insieme ai velluti rossi un po’ stinti, più intenso di quello di don Camillo quando buggerava Peppone. Ugo Cavallera, il Cardinale Azzurro, nella sede della Provincia di Alessandria dicono stia da Papa. Con regole benedettine. Ora et labora, parla con tutti e tesse ogni trama. L’insediamento del nuovo presidente Gianfranco Baldi ha coinciso con l’ingresso dell’inossidabile Ugo a Palazzo, mica viceversa. Per lui, d’obbligo, un ufficio di rango. Quello a due passi dalla presidenza, ovviamente. Dove però dicono alloggi ancora un altro giovin virgulto della politica mandrogna al pari della new entry, quell’Agostino Gatti che al pari del suo successore risiedeva al piano nobile doppiando gli orari del più stacanovista degli uscieri, sabato compreso. Gran cerimoniere e tenitore di contatti con il feudo ai tempi di Fabrizio Palenzona, poi sfrattato da Paolo Filippi e tornato con Rita Rossa, Gatti condivide con Cavallera origini e infinita militanza nella Dc. Per lui è prossimo il trasloco. Largo ai giovani a Villa Arzilla, pardon Palazzo Ghilini.   

print_icon

0 Commenti

Inserisci un commento