DIRITTI & ROVESCI

Ius soli, il Pd dà la cittadinanza

Riconoscimento civico per chi nasce a Torino. Lo propone il capogruppo dem in Sala Rossa Lo Russo: “Vediamo se Appendino recepirà”. Iniziativa a sostegno del digiuno “a staffetta” di Chiamparino, Laus e altri esponenti piddini

Sergio Chiamparino digiuna, con una grattata di tartufo, per sollecitare l’approvazione dello Ius soli. Con lui il presidente del Consiglio regionale Mauro Laus e mezza giunta prendono parte alla “staffetta” inaugurata dal ministro Graziano Delrio. Il Pd torinese va oltre: presenta una mozione per chiedere alla sindaca di Torino, Chiara Appendino, di dare attuazione allo Statuto della città e di conferire la cittadinanza civica “a tutte le persone che sono nate a Torino e non sono in possesso della cittadinanza italiana”.

È l’iniziativa annunciata su Facebook dal capogruppo piddino in Sala Rossa, Stefano Lo Russo. Un gesto “simbolico di sostegno alla battaglia parlamentare in atto sull’esigenza di dotare il nostro Paese di una legge adeguata in materia di minori stranieri nati in Italia”. La proposta, spiega Lo Russo, verrà depositata domani. Si rifà all’articolo 7, comma 5, dello Statuto della Città. “Nelle more di avere una legge nazionale il testo fu introdotto su iniziativa del Pd nel corso dello scorso mandato - ricorda Lo Russo -. L’allora consigliera di opposizione Appendino si astenne. Vedremo ora come si comporteranno i consiglieri del M5s e se nel frattempo la sindaca ha cambiato idea. Noi ovviamente ci auguriamo di sì - conclude Lo Russo -. È un piccolo gesto, ma con un importante valore simbolico”.

print_icon

10 Commenti

  1. avatar-4
    17:32 Martedì 10 Ottobre 2017 Moby72 Accidenti...

    ma si prenda un po' meno sul serio, si faccia una risata ogni tanto, e soprattutto non prenda per oro colato La Russa quando parla della "sala parto dell'Africa". Ed impari a leggere e capire l'altrui pensiero!

  2. avatar-4
    16:09 Martedì 10 Ottobre 2017 moschettiere In Vandea?

    Spendidamente! Ora che l'abbiamo ripulita dai civili e moderni illuminati che hanno massacrato 200mila persone per motivi religiosi e ideologici. Che bello vantarsi di easere tra i sostenitori dell'eccidio! I miei complimenti! Che disgusto...

  3. avatar-4
    14:18 Martedì 10 Ottobre 2017 Moby72 Ehilà prode moschettiere...

    come si sta su in Vandea?

  4. avatar-4
    09:30 Martedì 10 Ottobre 2017 moschettiere Immaginazione perversa

    Per ritenere lo jus soli un atto di civiltà occorre essere quantomeno fantasiosi e anche di una faciloneria che solo la cecità ideologica può in qualche modo spiegare. Ma non giustificare. La cittadinanza è cosa seria anche moralmente, e non può essere distribuita come i coriandoli a Carnevale. Occorre che venga preventivamente assimilita (e condivisa) la cultura del paese, la tradizione, l'anima, se si vuole mantenere la legittima identità e per una vera integtazione. Altrimenti si fanno solo macedonie pessime, mescolando nel brodo demagogico carciofi, fragole, cavolfiori e pere e poi... auguri ai commensali! Sulla battaglia contro l'aborto definita bellamente "una sciocchezza" torniamo all'Inquietante superficialità di prima. Almeno si rispettino i morti (innocenti e ammazzati). Vien da dire che coloro che coltivano certe fantasie perverse meritavano forse di provare su di sè il moderno e civile diritto dei genitori ad abortire il loro figlio.

  5. avatar-4
    15:37 Lunedì 09 Ottobre 2017 Moby72 Finalmente..

    qualcosa di concreto, non di sinistra, ma di centrosinistra da parte del PD: un segno di civiltà in tempi di oscurantismo e paura. La terza settimana e le sciocchezze sulle battaglie abortiste le lascio volentieri a Salvini&C.

  6. avatar-4
    10:43 Lunedì 09 Ottobre 2017 moschettiere marcopuglisi

    Sono totalmente e convintamente d'accordo con lei! E mi permetto di aggiungere che non solo i veri e unici cittadini reietti non possono (e non devono) accettare lezioni morali da certa gente, ma che tutti i torinesi di buon senso ne hanno piene le tasche di politici e politicanti di quella specie! A me poi provoca allergia grave quella odiosa categoria degli individui che vogliono riempirci di immigrati di ogni sorta (che poi non potremmo neppure garantile loro condizioni dignitose) e nel contempo uccidono i nostri figli con l'aborto.

  7. avatar-4
    10:30 Lunedì 09 Ottobre 2017 Damos Basta con la demagogia

    Lo "Ius Soli" è al fiera della demagogia sinistrorsa, che porterà il PD al disastro annunciato già in Sicilia tra un mese, poi alle elezioni nazionali e finalmente alle Regionali del 2019, in cui vedremo Chiamparino e C. andare in meritata pensione anticipata . Concordo con chi dice che prima pensiamo ai nostri pensionati da fame, disoccupati , licenziandi e licenziati (vedi solo oggi ILVA)e poi a queste cose, dove gli stranieri in Italia sono i meglio tutelati del mondo (vedasi Sanità, giusto Dr. Viale ?) . Con al demagogia , si finisce sempre contro un muro .

  8. avatar-4
    23:48 Domenica 08 Ottobre 2017 capkirk Pagliacciata del PD

    che alle prossime politiche pagherà salata. La legge sulla cittadinanza c'è già e funziona a meraviglia, visto che l'Italia è tra i primi paesi europei come numero annuale di nuovi cittadini. Al 18esimo anno di età uno per scelta può diventare italiano. La pagliacciata dello ius soli non cambia di una virgola per i nati in Italia visto che godono esattamente degli stessi diritti e tutele dei cittadini italiani. Basta corbellerie!!

  9. avatar-4
    18:34 Domenica 08 Ottobre 2017 marcopuglisi Caro sig. Viale

    I cittadini di serie b sono quelli che non arrivano alla terza settimana,le famiglie con disabili, quelle con malati psichici che grazie ai tagli di stato, regioni e comuni non hanno più dignità. In gran parte ITALIANI, TORINESI, che con il proprio lavoro, con il proprio sudore ha fatto di torino ciò che è. E da chi ha lasciato torino nella fogna di debiti in cui è oggi (ovviamente debiti buoni quelli per farla ancor più bella) lezioni di morale non ne possiamo più accettare.

  10. avatar-4
    14:10 Domenica 08 Ottobre 2017 silvioviale CITTADINANZA CIVICA

    Bene. Non è solo una questione simbolica. Quando riguarda migliaia di torinesi di serie B è sistanziale. Purtroppo speravo che 5 anni dopo la questione dello Ius Soli sarebbe stata ridotta. Ora dipende dai grillini in Parlamento e a Torino. http://www.comune.torino.it/delibere/2012/2012_01597.pdf

Inserisci un commento