PRESENTE & FUTURO

Appendino faccia un passo, fuori dai salotti

Un patto "inclusivo" tra l'amministrazione comunale e le forze produttive. A rilanciarlo sono gli artigiani, raccogliendo l'appello dell'assessore Sacco. De Santis: "Costruire nuove vocazioni con chi ha pagato il prezzo della crisi e attende risposte dalla politica"

Un fronte per contrastare lo spettro del declino di Torino. L’appello a “stare insieme” e “andare uniti nella stessa direzione” lanciato ieri dall’assessore Alberto Sacco all’assemblea degli industriali metalmeccanici ottiene l’adesione degli artigiani del capoluogo, con un distinguo: si faccia un’alleanza “concreta”, con le forze produttive e sociali e non con pezzi più o meno autorevoli dell’establishment. «Se la Giunta Appendino vuole creare un patto per Torino e siglare un’alleanza con tutti i mondi produttivi per costruire insieme una nuova vocazione e un nuovo futuro per la nostra città, come artigiani siamo disponibili a dare il nostro contributo. Lo siamo sempre stati – spiega Dino De Santis, numero uno di Confartigianato –. Purché si tratti di un patto “inclusivo”, che veda protagonisti non i salotti della Torino bene ma chi in questi anni ha pagato il prezzo della crisi e ora si aspetta risposte concrete dalla politica».

Un’azione comune che eviti i soliti fumosi tavoli, ma che ponga al centro del confronto temi concreti. «Se vogliamo portare Torino fuori dall’impasse in cui si trova – prosegue De Santis – certamente non servono polemiche quotidiane né rimpalli di responsabilità, ma non bastano neppure i soliti tavoli di lavoro. Le imprese vogliono sentirsi davvero coinvolti nelle scelte dell’amministrazione, dalle trasformazioni urbanistiche ai provvedimenti contro lo smog, dalle politiche della mobilità al fisco. Se vogliamo scongiurare il declino non vi può essere altra strada se non quella di un “patto” tra amministrazione e mondi produttivi per trovare insieme soluzioni concrete ed efficaci».

print_icon

1 Commenti

  1. avatar-4
    08:26 Venerdì 13 Ottobre 2017 BenGentileNéh Tranquilli, la scaricano loro

    Le Signore dei salotti, subodorando ad arte l'aria che tira, stanno già sprimacciando i cuscini dei divani per accogliere o riaccogliere il/la prossimo/a... Ecco cos'è il futuro che avanza!!!

Inserisci un commento