Recupero Villa Gualino, via al bando per la valorizzazione

La Regione Piemonte punta sul recupero e la valorizzazione di Villa Gualino. Questo lo scopo del bando per la concessione del complesso immobiliare di viale Settimo Severo, sulla collina torinese. Rivolto ad investitori privati, scade il 15 dicembre. "Per la prima volta la Regione non ricorre alla classica alienazione o locazione di un bene patrimoniale, ma punta sulla sua valorizzazione, promuovendo in questo modo anche servizi per la città e sviluppo imprenditoriale e occupazionale, insieme a economie per l'amministrazione regionale", spiega il vicepresidente e assessore al patrimonio, Aldo Reschigna. La concessione in valorizzazione - spiega la Regione Piemonte in una nota - favorisce la riqualificazione e riconversione del bene, vincolato dalla Soprintendenza in quanto valido esempio di architettura razionalista, tramite interventi di recupero, restauro e ristrutturazione con l'introduzione di nuove destinazioni d'uso. Il complesso può essere riconvertito ad usi nel campo dell'istruzione universitaria, a centro di ricerca e a residenze collettive per studenti e collegi. Attraverso lo strumento della concessione di valorizzazione, l'investitore privato non grava il proprio business plan dei costi per l'acquisto degli immobili che rimangono di proprietà pubblica.

print_icon