Torino: Aniem, serve tavolo per progetto sviluppo città

"A fronte dell'oggettiva mancanza di una progettualità condivisa tra le diverse componenti sociali, economiche e culturali, Aniem Piemonte è convinta che sia doveroso creare un tavolo comune per portare avanti un progetto di sviluppo economico della città, dove riunire i diversi attori locali, incluse le amministrazioni e le associazioni". Lo dichiara Marco Razzetti, presidente di Aniem Piemonte, l'associazione delle imprese edili e manifatturiere. "I costruttori - spiega - hanno avviato una riflessione etica che punta sulla trasparenza e sui sistemi premianti di aggregazione e concertazione, in grado di mettere a frutto i segnali positivi di fine anno in termini di opportunità di nuovi lavori e di assunzioni. Certe opportunità sembrano concretizzarsi: si pensi alle opere per la costruzione della Tav Torino-Lione, della Città della Salute, del Terzo Valico. Tutte opere importanti alla cui realizzazione possono partecipare anche le piccole e medie imprese grazie a 'sistemi aggregativi' che abbiamo lanciato e che stiamo finalmente mettendo a sistema. La revisione del piano regolatore di Torino rappresenta uno stimolo interessante per far ripartire il comparto dell'edilizia privata, fermo e in crisi da anni, in particolare per la parte che concerne le periferie".

print_icon