ISTITUZIONI

Palazzo Lascaris per il disarmo nucleare

Il Consiglio regionale aderisce alla campagna "Senzatomica". Durante il simposio promosso dal Papa domani sera a Torino si terrà un presidio per spingere il governo italiano alla firma del trattato internazionale

In un ideale collegamento con Roma, i consiglieri regionali del Piemonte sono stati protagonisti, su impulso del presidente di Palazzo Lascarise presidente del Comitato Diritti Umani Mauro Laus, di una mobilitazione sul disarmo nucleare e hanno esposto, durante la seduta odierna, alcuni cartelli con il logo della campagna “Senzatomica”.

Il 10 e 11 novembre in Vaticano il disarmo sarà al centro del Simposio Internazionale “Prospettive per un mondo libero dalle armi nucleari e per un disarmo integrale”, dove è attesa la partecipazione del segretario generale Onu, Antonio Guterres, dell’Alto rappresentante per gli affari esteri dell’Ue, Federica Mogherini e di 11 premi Nobel, nonché un intervento del Papa. Un tema che è particolarmente caro all’Assemblea piemontese che ha tenuto alta l’attenzione con il voto di due ordini del giorno e, per voce del Comitato Diritti Umani, ha invitato i parlamentari piemontesi ad attivarsi perché l’Italia firmi il trattato di messa al bando.

Il 26 settembre scorso il Pontefice su Twitter aveva lanciato un messaggio in nove lingue: “Impegniamoci per un mondo senza armi nucleari, applicando il Trattato di non proliferazione per abolire questi strumenti di morte”. Il simposio di Roma è il primo appuntamento globale sul disarmo atomico dopo l’approvazione del “Trattato sul bando delle armi nucleari” firmato il 7 luglio scorso a New York da 122 paesi della comunità internazionale. Per sottolineare l’importanza di questo evento e rendere maggiormente cosciente l’opinione pubblica dell’urgenza del disarmo nucleare il 10 novembre, giorno di inizio della suddetta conferenza, si terrà un presidio in piazza Castello a Torino con inizio alle ore 17 promosso dal “Coordinamento di cittadine/i, associazioni e istituzioni contro l’atomica, tutte le guerre e i terrorismi” guidato da Paolo Candelari, Giampiero Leo e Walter Nuzzo.

print_icon

2 Commenti

  1. avatar-4
    20:47 Giovedì 09 Novembre 2017 tandem Inutili trastulli

    Il Piemonte ha ben altri problemi, inoltre il consiglio regionale conta in campo internazionale meno di nulla, facciano cose utili invece di queste sciocchezze

  2. avatar-4
    13:25 Giovedì 09 Novembre 2017 moschettiere Che idiozia

    Ma sta brava (?) gente crede ancora a Cappuccetto Rosso? ...o forse vorrebbe far si che fossimo noi a crederci...

Inserisci un commento