GRANDI OPERE

Metro 2, si può procedere

Il Tar del Piemonte ha respinto il ricorso di Geodata sull'assegnazione della progettazione a Systra. Ora il Comune di Torino potrà firmare il contratto con la società francese

Nessuno stop sulla Metro 2. Il Tar del Piemonte ha respinto, dichiarandolo inammissibile, il ricorso di Geodata Engineering, azienda classificatasi al terzo posto nella gara per l'assegnazione della progettazione preliminare della seconda linea di metropolitana a Torino. A questo punto il Comune può procedere alla firma del contratto con la società francese Systra, che si era aggiudicata il bando.

Geodata, che si era classificata terza nella gara, ha contestato i punteggi che la Commissione giudicatrice ha attribuito alle due concorrenti che la precedono in graduatoria per la voce “documentazione tecnica relativa a tre servizi di interventi ritenuti significativi”. Attraverso l’accoglimento del ricorso, Geodata puntava a ottenere il primo posto in graduatoria e quindi l’affidamento dell’incarico. Il Tribunale ha però affermato che in tal modo la società ricorrente tentava un’operazione inammissibile, sostituendo i propri giudizi di merito a quelli della Commissione, senza individuare alcun reale elemento di palese irrazionalità o incoerenza delle valutazioni dell’amministrazione.

print_icon

0 Commenti

Inserisci un commento