Thyssen: Chiamparino, Germania riconosca dramma non ha confini 

"Siamo vicini alle famiglie e ci adopereremo in ogni modo, per quanto in nostro potere, affinché la Germania riconosca che di fronte a tragedie come questa non possono esserci confini". Così il presidente della Regione Piemonte Sergio Chiamparino, sindaco di Torino all'epoca della tragedia della ThyssenKrupp, che questa mattina partecipa insieme alla sindaca Chiara Appendino, al presidente del Consiglio regionale Mauro Laus e ai familiari delle vittime, alla cerimonia di commemorazione dei sette operai morti nel rogo delle acciaierie dieci anni fa. "Fu il dramma di un'intera città - ricorda Chiamparino - un dramma che purtroppo non ha ancora giustizia completa perché la Germania fa sostanzialmente finta di niente e questo alla città e a tutti noi non piace". Ripensando a quello che fu la Thyssnekrup Chiamparino ricorda che dopo essere stata una delle eccellenze industriali, con quell'incidente diventò "il segnale concreto anche di una crisi di quel tipo di industrializzazione e della necessità di costruire una crescita nuova".

print_icon