TORINO

Giordana sotto indagine. Anche in Comune

Avviati due procedimenti disciplinari interni a carico dell'ex capo di gabinetto di Appendino. Si riferiscono ai casi Ream e piazza San Carlo per i quali ha già ricevuto l'avviso di garanzia della Procura

Paolo Giordana è sotto indagine. Anche in Comune. Ci sono due procedimenti disciplinari a carico dell’ex capo di gabinetto di Chiara Appendino per gli stessi due casi per cui è indagato anche dalla Procura: ovvero il presunto falso in bilancio sulla questione Ream e i fatti di piazza San Carlo (in entrambi i casi l’avviso di garanzia è stato recapitato anche alla sindaca).  A rivelarlo è stata la stessa Appendino durante la seduta a porte chiuse del Consiglio comunale per discutere della posizione e delle mansioni affidate a Giordana dopo le sue dimissioni da capo di gabinetto, causate dalla pubblicazione di un’intercettazione telefonica in cui chiedeva all’ad di Gtt Walter Ceresa di annullare la multa elevata a un amico. La discussione è scaturita da una richiesta di chiarimenti del capogruppo del Pd Stefano Lo Russo e della sua vice Chiara Foglietta, i quali sospettano che nonostante il passo indietro formale Giordana stia continuando a svolgere dietro le quinte le stesse delicate funzioni, in stretto rapporto con la prima cittadina. Inoltre, l’ex grand commis di Palazzo civico avrebbe partecipato a un concorso interno per ottenere uno scatto di carriera, concorrendo per una posizione organizzativa.

print_icon

1 Commenti

  1. avatar-4
    00:15 Martedì 19 Dicembre 2017 moschettiere Evidenza

    Lo Russo e Foglietta vedono giusto: non è difficile immaginare il don Tarocco passato nell'ombra ma sempre in postazione molto influente. Se fosse dimostrata la cosa, si allungherebbe una sinistra ombra su Appendina, fragile e sotto l'influenza di un personaggio del genere. I danni dunque del "duo primavera" non sono finiti. Poveri noi.

Inserisci un commento