Comuni: fusione Sabbia e Varallo, via libera dalla Regione 

Il Consiglio regionale del Piemonte ha approvato a maggioranza il disegno di legge regionale per l'incorporazione del Comune di Sabbia in quello di Varallo, in Provincia di Vercelli. Trentuno i favorevoli, che sono così andati contro l'esito del referendum (non vincolante) tenuto fra gli abitanti dei due Comuni: se a Varallo il sì aveva vinto con l'85% dei votanti, appena 1.310 su 6.400 aventi diritto, a Sabbia era prevalso il no con il 60%. Contro la fusione c'è però un ricorso straordinario al Capo dello Stato, presentato da quattro consiglieri comunali sabbiesi, tre del gruppo di minoranza e uno di maggioranza, che si sono fatti portavoce della maggioranza dei cittadini che aveva manifestato contrarietà alla proposta, sostenuta invece dal Consiglio comunale per poter garantire i livelli minimi dei servizi. L'incorporazione dei Comuni è stata introdotta dalla legge Delrio, che prevede l'annessione di un Ente più piccolo in uno più grande. Questa scelta implica notevoli vantaggi per gli abitanti: sgravi fiscali ed un aumento dei servizi a favore della popolazione.

print_icon