Centrosinistra: Fassino, siamo argine a Berlusconi e populisti

Un forte "apprezzamento per l'iniziativa di Area Progressista" è stato espresso oggi da Piero Fassino che ha sottolineato il "momento delicato, con un passaggio elettorale non ordinario, che comporta due grandi rischi: il ritorno di Berlusconi, per di più prigioniero dell'estremismo di Salvini, oppure la deriva populistica". Fassino, colpito dall'influenza, è intervenuto via telefono all'assemblea di Area Progressista a Napoli, sottolineando che il centrosinistra "è l'unico argine e tutti dobbiamo avere la consapevolezza di questa responsabilità". "Gentiloni - ha aggiunto l'ex sindaco di Torino - ha reso evidente che questi anni l'Italia ha realizzato risultati impensabili, con la crescita del pil più alta da 15 anni, il numero di occupati tornato al livello del 2008 riassorbendo le perdite della crisi, una serie di iniziative e leggi approvate in materia di diritti. L'Italia è oggi in Paese più solido e questo tema sarà fondamentale in questa campagna elettorale per non interrompere il percorso, ma continuare le riforme per consolidare la crescita". Fassino ha sottolineato che questo sarà possibile solo "se il centrosinistra avrà la possibilità di guidare l'Italia e per questo sarà importante mettere in campo la coalizione che abbiamo costruito con la lista Insieme, di ispirazione ulivista, con Verdi, Socialisti, liste civiche e Campo Progressista. Oltre a voi ci saranno le liste centriste e mi auguro di concludere al meglio l'incontro con Emma Bonino, perché servono le migliori energie del Paese". 

print_icon