Forza Italia
PRESENTE & FUTURO

Chiamparino non va ai giardinetti

Con una battuta il governatore commenta il suo imminente “pensionamento”. Non sarà un riposo inoperoso, ma c’è un’età anagrafica e politica di cui tenere conto. “Non finirò a guardare i cantieri, anche se...”

Il 2019 si avvicina e per Sergio Chiamparino arriva il momento di tirare le somme mentre la legislatura regionale si avvia al crepuscolo. “Comincio anch’io a vedermi nella prospettiva” di un pensionamento o della cessazione dell’incarico - ha detto scherzando il governatore, ormai sulla soglia dei 70 anni che compirà a settembre - durante il saluto ad Arturo Soprano, presidente della Corte d’appello del Piemonte, che lascia la magistratura dopo 43 anni di attività e proprio allo scoccare delle 70 primavere. Ma si sbaglia chi lo immagina tra un anno e mezzo ai giardinetti a dar da mangiare ai piccioni o a guardare i cantieri, ancorché questa seconda prospettiva nasconderebbe “un fatto positivo: vorrebbe dire che i cantieri partono”. Insomma il solito Chiamparino, che in queste cerimonie dà il meglio di sé gigioneggiando coi presenti ma lanciando segnali inequivocabili sul suo futuro: che sia un riposo operoso, come lascia intendere, o un improbabile impegno a tempo piano a fare il nonno, di certo non sarà più governatore della Regione.

print_icon

2 Commenti

  1. avatar-4
    09:21 Venerdì 19 Gennaio 2018 Damos Deus Gratia ....

    Auguriamo a Chiamparino una pensione lunga e serena con i suoi familiari e tanta salute, ma per favore da marzo 2019 si goda il meritato riposo e non si faccia più vedere sulla scena politica o quant'altro di collegato. I danni fatti al Piemonte dai suoi anni di legislatura sono evidenti e talmente enormi da lasciarci senza parole per tanti anni a venire . Senza rimpianto, au revoir ...

  2. avatar-4
    16:05 Giovedì 18 Gennaio 2018 fatti di cantieri meglio non parlare

    visto quello ancora aperto che incombe sulla città...

Inserisci un commento