A volte ritornano

Dicono che… sebbene abbia sperato fino all’ultimo in un posto in lista per il Senato, Fabrizio Bertot non si sia perso d’animo. Per nulla intenzionato ad appendere al chiodo le scarpette del politico, l’ex europarlamentare, pare intenzionato a ripartire dal punto in cui ebbe inizio la sua carriera: il comune di Rivarolo Canavese, di cui è stato primo cittadino per quasi dieci anni, la cui amministrazione era stata sciolta sei anni fa per presunte infiltrazioni mafiose nell’ambito dell’inchiesta Minotauro. Accuse e sospetti poi rivelatesi inconsistenti. “Ho dato la mia disponibilità ad impegnarmi in prima persona - ha detto ieri  a un convegno di Forza Italia - sarà la squadra a decidere se sarò candidato a sindaco”. Anche se, mormorano ambienti berlusconiani, non avrebbe affatto escluso di tentare la rentrée a Strasburgo. 

print_icon