Bufale elettorali

Dicono che… per quanto camuffata da appuntamento “istituzionale” la visita di Gianna Pentenero allo stabilimento del Caseificio Pugliese sia difficile non considerarla una iniziativa elettorale. La Pentenero, infatti, è “congelata” nelle sue deleghe di assessore regionale al Lavoro proprio perché candidata del Pd alle elezioni politiche e, combinazione, l’impianto dove il gruppo caseario Conrado dell’ad Carlo Radicci produce (anche) le rinomate mozzarelle di bufala è a Lauriano, nel collegio in cui corre per conquistare uno scranno a Montecitorio. Del resto è la stessa Pentenero a inserire la visita “e incontro con i dipendenti”, accompagnata dal compagno di partito e aspirante senatore Alberto Avetta, nel proprio taccuino elettorale. Addirittura scortati dal governatore Sergio Chiamparino, nelle vesti di supporter politico. Insomma, questa volta il comizio elettorale non è una bufala.

print_icon