Napoli resta

Dicono che… violando i “patti” che sarebbero stati sanciti alla vigilia delle elezioni, Osvaldo Napoli non abbia alcuna intenzione di dimettersi dallo scranno di consigliere comunale di Torino. Tornato alla Camera, grazie al posto blindato di capolista su Piemonte 2, il vecchio volpone berlusconiano vuole restare in Sala Rossa per continuare a sfruttare la visibilità che, con i travagli grillini, offre un’assemblea per altri versi minore. E giusto per sgombrare il campo dal sospetto di voler mantenere la carica per continuare a occupare, in quanto amministratore locale, la poltrona di presidente di Ancitel ha fatto sapere di aver già rassegnato le dimissioni dalla società della galassia Anci. Dovrà quindi mettersi il cuore in pace e rassegnarsi a continuare a svolgere l’incarico di capogruppo di Forza Italia alla Sesta Circoscrizione Domenico Garcea cui sarebbe toccato subentrare. Il consigliere azzurro, con trascorsi nel centrosinistra e di radici socialiste, è infatti il terzo dei non eletti, dopo Andrea Tronzano e Roberto Rosso, entrambi già piazzati altrove (il primo in procinto di entrare a Palazzo Lascaris, il secondo a Montecitorio).

print_icon