Sanità: Mns, psichiatria? Dati Biella solo dopo ok Regione

"Per fotografare il sistema delle residenze psichiatriche piemontesi abbiamo chiesto a tutte le Asl di fornirci i numeri dei pazienti ospitati e quale sia il loro fabbisogno annuale. Pensavamo che la nostra fosse una banale richiesta di accesso agli atti e che il numero di pazienti per i quali ogni mese si riceve un rimborso regionale fosse un dato già in loro possesso e di facile diffusione. Invece si sbagliavamo tanto da indurre un direttore generale a scrivere ai suoi collaboratori che nessuna informazione sulla psichiatria può essere comunicata senza il suo permesso o la validazione della Regione". Così il capogruppo regionale Mns Gian Luca Vignale, dopo aver saputo di una mail, trasmessa all'indomani di una sua richiesta di accesso agli atti, dal direttore generale dell' Asl Biella, Gianni Bonelli. "Quanto accaduto - afferma Vignale - è gravissimo. Non vogliamo farci trascinare dalla tentazione di pensare a errori, sotterfugi o altro, e abbiamo presentato un'interrogazione urgente all'assessore alla Sanità Antonio Saitta. Ci auguriamo che questo serva per fare chiarezza e accendere il faro della trasparenze nella gestione della psichiatria piemontese".

print_icon