Babele

Dicono che… la seconda tornata di consultazioni abbia ulteriormente confermato in Sergio Chiamparino quell’impressione negativa sullo stato di salute del Pd che il governatore aveva ricavato al suo debutto nella sua veste di reggente-traghettatore. A colloquio con la presidente Giuliana Manica si sono alternate le varie delegazioni: i “fassiniani” Quagliotti, Cuntrò e Bragantini, la solitaria “martiniana” Abbà, la pattuglia dei segretari provinciali (a eccezione di Asti e Verbania), la sinistra di Giorgis, Rossomando, La Ganga e Viotti, l’“emiliana” Berzano. E non erano ancora tutti, giacché mancavano i renziani e gli orfiniani.

print_icon