TRAVAGLI DEMOCRATICI

Governo e Giro d’Italia scombinano i piani del Pd

Rimandata di nuovo l'assemblea del partito piemontese, dal 19 al 26 maggio. Mentre a causa della corsa rosa Chiamparino posticipa pure il "suo" forum del centrosinistra

Aggiornare le agende, rivedere gli impegni. Le incertezze sul futuro governo e i travagli del Pd nazionale si riflettono sul calendario piemontese, con assemblee e forum che, di consultazione in consultazione, continuano a essere procrastinati nel tempo. È di oggi la comunicazione con cui Giuliana Manica, presidente del partito regionale, ha annullato l’assemblea del 19 maggio rimandandola di una settimana, al 26 (in un primo tempo era addirittura prevista il 5 maggio), per evitare di doverla celebrare in concomitanza con quella nazionale. Non cambia la sede, sempre nella sala conferenze della Gam di Torino, e neanche l’ordine del giorno, che prevede un dibattito sulla situazione politica nazionale e locale e soprattutto la costituzione del un coordinamento politico in attesa del congresso. Così, mentre tra Movimento 5 stelle e Lega si consuma l’ultimo disperato tentativo di convolare a nozze e i parlamentari democratici si avviano a sedersi comodamente sui banchi dell’opposizione, non decolla la discussione su quel che sarà in Piemonte.

Il partito resta nelle mani di Sergio Chiamparino che assieme alla Manica ha concluso da pochi giorni il terzo giro di consultazioni e si avvia a varare quel comitato di gestione rappresentativo di tutte le anime del partito che lo affianchi in questi complessi giorni di navigazione a vista, in attesa della data per la conta interna. Intanto pure il forum del centrosinistra, organizzato dallo stesso governatore, come per uno scherzo del destino è slittato. Questa volta di mezzo ci si è messo il Giro d’Italia, che proprio il 25 maggio (la data fissata in un primo momento) passa dal Piemonte con la tappa tra Venaria Reale a Bardonecchia, una delle più importanti della corsa rosa. Tanto è bastato al presidente della Regione, noto appassionato di sport, a procrastinare anche la sua iniziativa riprogrammandola all’1 giugno. In attesa di eventuali altri imprevisti.

print_icon

0 Commenti

Inserisci un commento