CULTURAME

Regio, le fondazioni coprono il buco

Compagnia di San Paolo e Crt disponibili a ripianare le perdite dell'ente lirico di Torino. In attesa di scoprire a quanto realmente ammontano. Graziosi: "Progetto triennale economicamente sostenibile"

La Compagnia di San Paolo e la Fondazione Crt “si sono dichiarate disponibili a mettere a disposizione le risorse necessarie per raggiungere l’equilibrio del Bilancio consuntivo 2017” del Teatro Regio di Torino, che “dovrà essere approvato entro il 30 giugno”. Lo scrive in una nota la Fondazione lirica torinese, spiegando che nel “Consiglio di indirizzo del Teatro Regio riunitosi oggi, 16 maggio - presieduto dalla sindaca Chiara Appendino presenti tutti i consiglieri - è stato ribadito il pieno appoggio della Compagnia di San Paolo e della Fondazione Crt nei confronti del Teatro”.

Resta l'incognita sull'entità del rosso, che fonti ufficiali limitano a 1,8 milioni ma che potrebbe essere ben superiore. Intanto “continua il lavoro intrapreso dagli uffici amministrativi del Regio - prosegue la nota - con la supervisione del sovrintendente William Graziosi, per mettere in atto le misure tecnico-contabili necessarie alla chiusura in pareggio. Il sovrintendente e il direttore artistico Alessandro Galoppini stanno parallelamente lavorando a un progetto triennale che, garantendo l’alta qualità artistica, sia economicamente sostenibile”. La nota sottolinea come quella di oggi sia stata “una riunione segnata dall'ottimismo per il futuro del Teatro Regio, segno positivo emerso anche dall'incontro avvenuto ieri al Mibact, dove la sindaca e il sovrintendente Graziosi hanno incontrato il direttore generale del Ministero, Onofrio Cutaia, per condividere il percorso intrapreso a sostegno di una sempre maggior stabilità della Fondazione lirica torinese. Prossimo appuntamento, quindi, la presentazione della Stagione 2018-2019 che è stata programmata per lunedì 18 giugno alle ore 11,30 al Teatro Regio”.

print_icon

0 Commenti

Inserisci un commento