CorreRai

Dicono che… Ugo Mattei ritenga di avere più di una chance per sedersi nel futuro cda della Rai. Il giurista e professore universitario torinese, tra gli esponenti più noti del benecomunismo nostrano, infatti, nel curriculum elenca non solo i requisiti accademici e professionali (dalle docenze internazionali alle pubblicazioni, ai premi ricevuti) ma evidenzia quelli che evidentemente ritiene i capisaldi della sua attività pubblica: la redazione, assieme a Rodotà, dei quesiti referendari sull’acqua pubblica, il patrocinio della Regione Puglia alla Corte Costituzionale, il mandato di consigliere di amministrazione del quotidiano Il Manifesto e, non ultimo, il lavoro di editorialista de Il Fatto.

print_icon