Mondiali: smantellata industria "tarocco", venti denunce

Oltre 20.000 articoli sportivi contraffatti sono stati sequestrati dalla guardia di finanza di Torino in vista dell'imminente inizio dei Mondiali di calcio in Russia. Venti le persone denunciate per frote in commercio, contraffazione e ricettazione nel corso di una operazione che ha permesso di smantellare una vera e propria "industria del tarocco" con basi produttive in tutta Italia. Tra gli articoli sequestrati, riportanti i simboli delle squadre di calcio che partecipano ai Mondiali al via oggi, le più gettonate erano le magliette di Cristiano Ronaldo e Leo Messi, in vendita a 50 euro l'una. Sequestrate anche numerose t-shirt con la scritta "MI7H", a celebrare l'ultimo scudetto della Juve. In occasione della recente festa scudetto della Juventus, le fiamme gialle avevano già sequestrato capi d'abbigliamento e accessori contraffatti. L'operazione, collegata a quella di oggi, aveva portato a individuare i laboratori di stampa e a sequestrare i macchinari utilizzati per la produzione. 

print_icon