Ultrà: rissa fra tifosi del Torino, undici Daspo

Undici provvedimenti di divieto di accesso alle manifestazioni sportive (i cosiddetti Daspo) sono stati emessi dalla questura di Torino nei confronti di altrettanti ultrà del Torino nell'ambito di un'indagine su una rissa scoppiata il 14 ottobre dello scorso anno fra due gruppi rivali in piazza Santa Giulia. Nove delle disposizioni - che vanno dai quattro ai sette anni di stop - sono aggravate dall'obbligo di presentazione a un ufficio di polizia durante le partite. La zuffa fu il culmine di un regolamento di conti per la gestione del tifo organizzato e oppose gli aderenti della "Banda Bayer" a quelli degli "Ultras Granata". Gli antagonisti, oltre a prendersi a cinghiate e bastonate, si scagliarono sedie e tavolini prelevati dagli esercizi commerciali della piazza.

Sono 32 i Daspo emessi dal questore di Torino, Francesco Messina, dall'inizio del 2018 a carico di tifosi violenti. Dei provvedimenti, 23 riguardano supporter del Torino, 6 della Juventus e tre di altre squadre. Quindici sono aggravati dall'obbligo di firma. Il totale comprende gli undici Daspo spiccati nei giorni scorsi per la rissa fra ultras granata scoppiata in piazza Santa Giulia lo scorso 14 ottobre nel quadro di un regolamento di conti sulla gestione della tifoseria organizzata.

print_icon