CENTRODESTRA

Quattro piemontesi alla corte di Arcore

In attesa del rendez-vous con Salvini Berlusconi vara il nuovo organigramma di Forza Italia. Venticinque dipartimenti tematici: Pichetto Bilancio), Malan (Italiani all'estero), Costa (Giustizia) e Sozzani (Lavori pubblici). Attesa per Zangrillo coordinatore

“Mai come adesso è fondamentale l'esigenza di dare alla politica contributi certificati, originali ed efficaci per far ripartire il nostro Paese”. Con questo viatico, Silvio Berlusconi ha scelto, insieme ad Adriano Galliani i 25 parlamentari responsabili di altrettanti dipartimenti che riferiranno all’ex ad del Milan. I profili, come spiega una nota di Forza Italia, sono stati individuati in base alla storia personale o esperienza politica che deputati e senatori hanno maturato nelle competenze specifiche nei settori affidati. I capi dipartimento, cui se ne aggiungeranno altri nelle prossime settimane avranno il compito di coordinando le tematiche concordate a livello nazionale, ma anche di raccogliere suggerimenti e proposte da esperti della società civile e professionisti, insomma da quel bacino elettorale un tempo assai vasto che Forza Italia cerca di recuperare o, nell’ipotesi più pessimistica, di conservare.

Di quello che può esser definito un mix tra una segreteria nazionale e un governo ombra sono quattro i parlamentari piemontesi chiamati a farne parte. L’ex ministro degli Affari regionali e ancor prima vice al dicastero di via Arenula Enrico Costa si occuperà di Giustizia, mentre il dipartimento Lavori Pubblici è in capo all’ex presidente della Provincia di Novara e consigliere regionale fino alla sua elezione alla Camera Diego Sozzani. Al parlamentare di lungo corso Lucio Malan è stato affidato il dossier degli Italiani all’estero, mentre il collega senatore Gilberto Pichetto in attesa di lasciare il coordinamento regionale del partito a Paolo Zangrillo guiderà il dipartimento Bilancio e Finanze.

Gli altri dipartimenti sono andati  Francesco Paolo Sisto (Affari Costituzionali), Valentino Valentini (Esteri) Elio Vito (Difesa e Sicurezza), Renato Brunetta (Politica Economica), Valentina Aprea (Istruzione), Andrea Cangini (Cultura), Marco Marin (Sport), Alessandra Gallone (Ambiente e Territorio), Paolo Romani (Sviluppo Economico), Massimo Mallegni (Turismo), Renata Polverini (Lavoro), Deborah Bergamini (Trasporti e Telecomunicazioni), Claudio Pedrazzini (Affari Sociali), Francesco Battistoni (Agricoltura), Cristina Rossello (Politiche dell’UE), Paolo Russo (Sud), Giusy Versace (Pari opportunità e Disabilità), Andrea Mandelli (Professioni), Michela Vittoria Brambilla (Diritti degli animali), Simone Baldelli (Tutela dei consumatori) e Antonio Palmieri (Famiglia).

Assolto il compito di individuare i responsabili dei dipartimenti, il prossimo passaggio annunciato per Berlusconi (e il suo vice Antonio Tajani che ha presentato la tre giorni “per il rilancio di Forza Italia” che si terrà a Fiuggi la prossima settimana) riguarderà i coordinatori regionali. In Piemonte è da tempo a bordo campo Zangrillo pronto a dare il cambio a Pichetto. Il quale in una nota ringrazia Berlusconi “per l’importante nomina a capo del dipartimento Bilancio e Finanze, a conferma che Forza Italia va rafforzandosi a livello nazionale con l'intento di produrre un’opposizione di merito a questo governo”.

Per il senatore piemontese “proprio i temi del bilancio rappresentano il punto più delicato di questo Governo, come dimostrano le recentissime polemiche con i vertici economici dell’Ue e della Bce. Su questo fronte saremo rigorosi – promette -  portando avanti un’opposizione responsabile, fatta di proposte con l’obiettivo di salvaguardare i risparmi degli italiani e di mettere il Paese al riparo da iniziative rischiose. E lo faremo da subito, a cominciare dal Def rispetto al quale chiediamo al Governo chiarezza, smettendola con il gioco delle richieste al rialzo all’interno della maggioranza, dove alla Lega, piuttosto, ricordiamo dare seguito al programma elettorale del centrodestra, che gli elettori hanno votato e premiato”.

print_icon

0 Commenti

Inserisci un commento