Tav: Motta (Pdl), Perino eversivo

“E’ incredibile oltre che inaccettabile che Perino dica che il movimento No-Tav decide come manifestare e che se ci sono delle reti da abbattere ‘bisogna fare determinate cose’. Sono parole gravissime, che giustificano reati ed incitano a commetterne, nel segno della più totale impunità. La Legge prescrive pene severe per l’istigazione alla violenza e l’apologia di reato: intervenga l’autorità giudiziaria a far rispettare il Codice Penale”. Così Massimiliano Motta dopo le parole di Alberto Perino comparse oggi su un noto quotidiano torinese.

 

“Lo Stato – prosegue Motta – non può tollerare che un personaggio a cui è garantita una tale visibilità mediatica lanci proclami violenti e volti all’infrazione delle leggi. Il fine non giustifica i mezzi, altrimenti di questo passo in Valle di Susa si assisterà ad una sistematica escalation di violenze sempre più gravi”.

 

“La Valle ed i suoi residenti – conclude Motta – hanno già pagato a caro prezzo questi anni di ‘lotta periniana’ e sono sottoposti ad una continua minaccia che nega loro gli spazi per una normale vita quotidiana. I residenti sono sotto scacco di una criminalità organizzata a cui interessa solo delinquere continuando a farla franca. Le ‘bombe carta’ colme di chiodi non sono vessilli per pacifiche manifestazioni No-Tav. E’ ora che lo Stato faccia sentire la sua presenza”.

 

print_icon