Monge

Quella fatwa del Movimento 5 stelle

In quanto presidente dell’Autorità dei rifiuti sono uno dei destinatari delle recenti invettive del consigliere regionale Bono. Da evoluzionista convinto auguro che i suoi figli siano dotati di geni che sembrano invece difettare nell’esponente grillino

Mi chiamo Paolo Foietta,  ho 57 anni e sono il presidente dell’Autorità dei rifiuti della provincia di Torino; questa attività, onorifica e completamente gratuita, occupa, da oramai 8 anni, il mio tempo libero e gran parte delle mie serate. Sono insomma, nell’epica di Bono e del Movimento 5 Stelle,  il “malfattore” che ha chiuso la discarica di Basse di Stura (la seconda per dimensioni in Europa), ha ampliato e gestito le diverse discariche presenti nelle provincia di Torino evitando in questi anni problemi ed emergenze, e che ha, affidato il termovalorizzatore del Gerbido contribuendo a creare le condizioni per la sua realizzazione; secondo me, e molti altri, un impianto ora in fase di collaudo ed avviamento, che permetterà finalmente, come chiede Europa e O.M.S.,  di finirla con le discariche, allineando Torino alle grandi città Europee, Berlino, Bonn, Londra; Parigi, Amsterdam. Lione, Vienna, Salisburgo, Monaco, etc. Di queste scelte, complesse, sofferte, ampiamente democratiche,  mi considero un orgoglioso interprete e, come mia abitudine,  me  ne assumo, per quanto mi compete, tutte le responsabilità.

Leggo sui giornali, che il Consigliere Regionale Davide Bono del Movimento 5 stelle scrive sulla sua pagina Facebook che l’ingegnere (una giovane signora) che lo ha accompagnato in visita all’impianto “si porterà fino alla tomba la responsabilità dell’ avvelenamento dei torinesi” e spera “ che i primi a subirne le conseguenze siano i suoi figli, come i figli/nipoti di Foietta-Fassino-Bresso, chè almeno si estinguano i loro geni”. Sono quindi, uno dei destinatari dell’invettiva del consigliere.

Nella mia lunga vita  di “servitore delle istituzioni” ho ricevuto di   tutto, insulti, minacce, aggressioni, persino un manichino impiccato in un campo con su scritto “Foietta stia attento alla salute”, ma mai una Fatwa islamica estesa alla mia progenie  che,  da me interrogata in merito,  più che spaventata, mi pare geograficamente spaesata, credendo ancora che Torino non sia Kandar, e l’Italia non sia l’Afganistan.

Sarebbe troppo semplice, utilizzando Lombroso, esaminare l’aspetto del Consigliere Bono per ricercare affinità antropologiche con i seguaci di Bin Laden, o ricordare i metodi, non proprio democratici, che le SS utilizzavano per evitare la riproduzione di uomini di razza ariana (ora pare pentastelluta) non propriamente pura.

Essendo   invece  laico, razionalista e convintamente illuminista, auguro una lunga vita alla progenie del consigliere Bono, augurandomi che sia numerosa e felice, sicuro che il termovalorizzatore, al posto delle discariche, migliorerà la qualità dell’ambiente di Torino, e che gli interventi programmati insieme all’impianto di teleriscaldamento e riduzione del traffico (nuova stazione ferroviaria metropolitana di Orbassano e Beinasco), compenseranno ampiamente le emissioni del termovalorizzatore.

Mi auguro anche, da evoluzionista convinto, che i figli siano sempre migliori di padri e per questo risultino dotati di  geni che sembrano particolarmente carenti al Consigliere Bono; quelli del rispetto, della tolleranza, della democrazia e, magari, anche di un poco di  ironia.

print_icon

22 Commenti

  1. avatar-4
    07:04 Martedì 23 Luglio 2013 cesiracesira74 450 milioni

    450 milioni spesi per un impianto che in due mesi o poco più ha avuto due incidenti.. Dovrebbe intervenire la magistratura ..comunque questi generi impianti saranno smantellati nel 2020senza calcolare i danni provocati.. suggerirei un pernottamento al gerbido per sentire l'ebrezza del mal di gola e dell'abbassamento della voce..provare per credere

  2. avatar-4
    20:41 Lunedì 22 Luglio 2013 aboasso ora torino è uguale a taranto? l'ignoranza non ha confini

    In quale posto barbaro si strapparla di salute ed inquinamento? A Taranto a Gela, a Priolo? Faccio notare che due eletti 5s hanno abbandonato Grillo proprio perché su Taranto agitava l'aria invece di proporre cose concrete. Faccio notare alle teste di minchia razziste,arroganti e ignoranti che quando è stato deciso di costruire l'inceneritore essa era l'unica soluzione tecnica possibile. E Torino rischiava di diventare come Napoli.Bono saprà un po' di chimica se non si è comprato il titolo di studio per sapere che una frittura di patatine in casa produce più diossine dell'inceneritore? Al testa di minchia che si forte una lucrosa diaria con un'assistente che faceva il doppio lavoro prima di diventare un'altra ebete onorevole auguro di farsi le vacanze a Statte così poi vediamo.

  3. avatar-4
    12:18 Lunedì 22 Luglio 2013 mork evoluzione del litigio

    Inserendo nel contratto di appalto la clausola obbligatoria per l'appaltatore di prendere residenza definitiva presso l'impianto stesso, avrebbe l'effetto di far produrre ossigeno puro dai detti impianti.Sarebbe impedito ai diversamente evoluti di dissertare sulle sorti dei figli ed ai figli consentito di essere orgogliosi dei padri.Bell'esempio di come in Italia si risolvono i problemi con i soldi dei cittadini: facendo finta di litigare. Mork

  4. avatar-4
    22:46 Domenica 21 Luglio 2013 diego49 Al posto della peste gli inceneritori .

    Torino

  5. avatar-4
    20:56 Domenica 21 Luglio 2013 cesiracesira74 piccolo appunto

    L'Europa si è data come obiettivo al 2020 quello di non incenerire più tutto ciò che può essere compostato o riciclato. La mia proposta di gestione dei rifiuti alternativa alle discariche e agli inceneritori (che Lei Foietta conosce) dimostra che è possibile fare a meno anche degli inceneritori. E' molto più sostenibile sia economicamente che sotto il profilo ambientale recuperare materia anziché bruciarla. Senza contare che dal camino degli inceneritori non esce profumo!E non serve neppure appellarsi ai limiti di legge per le emissioni perché per rispettare la gerarchia che regola la gestione dei rifiuti prima occorre recuperare materia. La costruzione dell'inceneritore è stato un grosso errore

  6. avatar-4
    19:05 Domenica 21 Luglio 2013 ripa toc toc, posso?

    Scusate il disturbo, ma mi chiedevo: l'inceneritore e' stata una scelta strategica, oppure una necessità' contingente della gestione dei nostri rifiuti? Noi li produciamo e poi ... NIMBY (not in my backyard). Il Consigliere Regionale Bono ed il Presidente Foietta sanno dirci, per gentilezza, che destino hanno la carta, le plastiche, il vetro ed altro che quotidianamente separiamo, a casa o al lavoro? Sono contrario a bruciare i rifiuti. Ma se qualcuno volesse rispondermi, ne sarei grato. Ripa

  7. avatar-4
    15:28 Domenica 21 Luglio 2013 cittadino parlare pulito per coprire gli affari sporchi.

    E' inutile che continui il PD in tutte le sue istituzioni e in tutti i suoi rappresentanti a fare l'agnello. Non e' agnello e' lupo vestito d'agnello. Chi invece vuol sacrificare, i veri agnelli sacrificali hanno tirato fuori i denti. Siamo in attesa dell 'Santa Magistratura'. E se e' necessario , quell'impianto maledetto e' la sua stella in cima devono essere convertiti. Gli affari sporchi legati ai rifiuti devono essere perseguiti e coloro che sono coinvolti essere puniti. Ricordate le parole del Dr, Caselli, sulle zone grigie.

  8. avatar-4
    11:57 Domenica 21 Luglio 2013 bebo osservazioni

    Caro Foietta, vendere bugie per poi trasformarle in verita è uno stile della politica vecchia e presente...la speranza in un cabiamento è grande visto la presa di coscenza del popolo che volete soggiogare.

  9. avatar-4
    11:02 Domenica 21 Luglio 2013 CarloP Ha indebitato il nostro futuro e dei nostri figli

    Grazie alla sua sciagurata azione (di cui Lei si vanta... ) noi e i nostri fligli dovremo pagarne il debito in termini Economici e in Salute!.Il costro esorbitante di mezzo miliardo di euro pesa sul bilancio già fallimentare di Torino.Il costo in termini di Salute per i prossimi 25-30 anni di funzionamento a pieno regime cercando affamato rifiuti ovunque da convertire in soldi grazie agli sciagurati certificati verdi..Per non parlare del 30% di ceneri e incombusto che a detta della stessa TRM mediamente produrrà come rifiuti PERICOLOSI da trattare e portare (pensa un po') IN DISCARICA! per rifiuti speciali (ma non viene costruito per chiuderle le discariche?).Negli inceneritori quello che produce energia (il combustibile) sono la Plastica e la Carta e il Metano!! peccato che siano materie prime PREZIONSE che valgono Moolto di più se riciclate! e che se bruciate (Plastica=Petrolio) inquinano e producono ceneri e micro poveri.COMPLIMENTI E BUONA SALUTE A LEI se abita a Torino e Provincia e TUTTI NOI E I NOSTRI FIGLI.PS(la differenziata domiciliare in Torino ad oggi è arrivata facilmente al 67% che significa che produce quasi meno rifiuti in discarica dell' inceneritore e NON rifiuti TOSSICI come sono le ceneri e incombusti.In altre città è arrivata anche al 75/80%! ma con l'inceneritore il 30% invece DOVRA' per 25/30 anni andare in discarica e per rifiuti che è facile prevedere arriveranno da OVUNQUE)

  10. avatar-4
    08:58 Domenica 21 Luglio 2013 cesiracesira74 ossservazione

    Dato che i consiglieri della Sala Rossa affermano che l'inceneritore è salubre suggerirei a loro di organizzare una settimana o due di vacanza premio al Gerbido ospiti della TRM per sottoporsi a inalazioni compreso Viale, Lavolta

  11. avatar-4
    07:29 Domenica 21 Luglio 2013 cesiracesira74 Salute pubblica?

    Articolo 32La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell'individuo e interesse della collettività, e garantisce cure gratuite agli indigenti.Nessuno può essere obbligato a un determinato trattamento sanitario se non per disposizione di legge. La legge non può in nessun caso violare i limiti imposti dal rispetto della persona umana.Sancita anche dalla Costituzione ma i politici nostrani chissà per quali interessi spesso lo dimenticano

  12. avatar-4
    07:26 Domenica 21 Luglio 2013 cesiracesira74 RE silvio viale

    Famoso per voler trasformare Torino in una Las Vegas..Mi faccia il favore

  13. avatar-4
    07:24 Domenica 21 Luglio 2013 cesiracesira74 RE silvio viale

    mi rincresce solo che Torino sia una delle città inquinate al mondo con degli amministratori capaci solo a interessarsi dei propri affari.. Possibile che un impianto costato 450 milioni in due mesi abbia già avuto 2 incidenti? Vorrei vedere i costi del progetto e sapere il nome del progettista

  14. avatar-4
    19:08 Sabato 20 Luglio 2013 silvioviale DALLA PARTE DI QUALI CITTADINI?

    Solo nei regimi totalitari e nelle ideologie collettivistici si parla sempre in nome di tutti ... a loro insaputa.

  15. avatar-4
    18:14 Sabato 20 Luglio 2013 nelbeneenelmale Grillini, gli unici dalla parte dei cittadini

    Mi spiace per quel buon uomo di Foietta ma è la triste realtà. E la gente se ne sta accorgendo

  16. avatar-4
    16:25 Sabato 20 Luglio 2013 silvioviale UNA LAUREA SPRECATA

    Anche grazie all'inceneritore a Torino si continuerà a vivere più a lungo e meglio del resto del Piemonte. Mi dispiace per Bono, la cui laurea in medicina sembra sia stata sprecata, ma per fortuna ora è congelata. Ai soliti idioti debbo continuare a ripetere, con riferimento a PM10 e inquinanti vari, che mia figlia ha respirato un decimo degli inquinanti che ha respirato la mia generazione e i miei nipoti ne respireranno ancora meno, anche grazie all'inceneritore, nonostante i consumi e le combustioni, comprese le automobili, siano fortunatamente cresciuti di molto. Stiamo meglio e inquiniamo di meno di 20-30-40 anni fa ... viviamo anche più a lungo e in migliori condizioni di salute di un tempo abbastanza recente. Mangiamo persino di più, in modo più vario e meglio, nonostante i nostalgici dei tempi in cui pasta, polenta, patate, latte, un po' di formaggio e qualche uova erano la dieta quotidiana. Comunque ... spero che per coerenza non siate, almeno, fumatori.

  17. avatar-4
    13:07 Sabato 20 Luglio 2013 cesiracesira74 nessun invio

    non esiste la continuazione

  18. avatar-4
    12:21 Sabato 20 Luglio 2013 antonio barbaro ...continuazione...Tutti sanno che una cosa è impossibile da realizzare, finché arriva uno sprovveduto che non lo sa e la inventa (Albert E.)

    CONTINUAZIONE DELL'INVIO PRECEDENTE....(PM

  19. avatar-4
    09:44 Sabato 20 Luglio 2013 antonio barbaro Tutti sanno che una cosa è impossibile da realizzare, finché arriva uno sprovveduto che non lo sa e la inventa (Albert E.)

    Sig. Foietta si dimentica di dire che Lei è (ed è stato) uno dei massimi “DIRIGENTI” della Provincia di Torino, di cui ATO/R è un’emanazione. Nella forma il suo incarico in ATO è gratuito, nella sostanza Lei viene già remunerato (circa 120 mila euro). Sarà pure un “servitore”, ma un “servitore” ben remunerato”, come gli altri “servitori” che hanno voluto l’inceneritore. Uno di questi, l’ex vice sindaco di Torino, dopo aver venduto TRM ad IREN, è diventato un “servitore” nel CDA di IREN. Ecco il “sistema Torino”, di cui Lei è un ingranaggio fondamentale, essendo un politico di lungo corso (PCI, PDS, DS, PD).Anch’io mi auguro che i discendenti dei “democratici” che hanno voluto un inceneritore siano davvero dei geni. Credo che basti, comunque, poco intelletto per comprendere che, mentre nelle città europee da Lei citate non si costruiscono ormai da decenni più inceneritori, a Torino (una delle città più inquinate d’Europa), invece di pensare a soluzioni che non producano polveri ultra sottili (PM

  20. avatar-4
    09:22 Sabato 20 Luglio 2013 seamus Servitori delle istituzioni...CIECHI SORDI E IGNORANTI

    Gentile e penoso Foietta, lodevole che faccia da scudo umano per i suoi signorotti Conte Chiamparino e Don Fassino. Verrà premiato con adeguata investitura a pubbliche cariche per le quali potrà continuare imperituro a servire le istituzioni.Squillino le trombe e si serva il cibo ai commensali (polveri tossico-nocive al contado e monete d'oro alle banche e ai nuovi proprietari IREN e F2i di cui il Conte sopracitato ha anche un ruolo....).Esiste qualcosa di altro rispetto alla servitù delle istituzioni: l'ingegno, la cultura e l'umiltà che servono a guardare al di là del proprio naso o da altri punti di vista le problematiche...e di esempi virtuosi l'Italia e il mondo ne sono pieni zeppi.Ma lei, Foietta, ha preferito rimanere un servitore, in attesa della propria lauta paga/riconoscimento. La sua obbedienza sarà premiata. Intanto il popolo muore solo e dimenticato dalle Istituzioni che dovrebbero PER COSTITUZIONE avere cura del suo stato di salute.Foietta ha deciso di stare dalla parte dei più forti perché la sua indole da servo non gli permette di fare altrimenti.Pace all'anima sua...

  21. avatar-4
    00:04 Sabato 20 Luglio 2013 diego49 Come diceva Toto' : " ma ci faccia il piacere ! "

    Trasformare rifiuti riciclabili in fumo e' indice di mentalita' da terzo mondo, senza offesa per l'Afganistan, sostituire una discarica dannosa, che pero' inquina un'area limitata, con un'inceneritore che inquina mezzo Piemonte, denota poi che i " geni mancano " agli "illuminati" che progettano e propongono queste costosissime e dannose macchine per incenerire risorse ,che invece altri paesi recuperano fino al 90% trasformandoli in materie prime riutilizzabili . La verita' e' che ci sono squallidi interessi di lobby dietro agli inceneritoristi , altro che voler migliorare la qualita' dell'ambiente ! In realta' si volgliono solo migliorare i conti in banca di azionisti senza scrupoli . Diego

  22. avatar-4
    21:40 Venerdì 19 Luglio 2013 cesiracesira74 grazie

    grazie a TRM per le esalazioni di gomma bruciata, grazie al progettista per aver costruito un impianto insalubre, grazie al sindaco Fassino per voler aumentare il tasso di mortalità nella sua città, grazie a Lavolta per il suo silenzio e la poca volgia di sentire i malumori dei cittadini interessati da questo problema ..

Inserisci un commento