Contro la decrescita infelice

È nato, a Rivalta, un nuovo movimento di cittadini scontenti dell’operato del sindaco e della giunta Comunale. Riteniamo che il primo cittadino e la sua giunta non rappresentino i cittadini di Rivalta. In questi 5 anni il paese, con la politica del No è regredito come aspetto, servizi e lavoro.

La giunta della utopia della “decrescita felice” ha generato un immobilismo ed il blocco della città. Lo dimostrano la mancanza di qualsiasi iniziativa a servizio della comunità come impianti sportivi e culturali. Il degrado delle strutture comunali come asili nido, scuole materne, elementari, strade sono visibili a tutti, lo scollamento tra le frazioni, la mancanza di fondi dettata dalla incapacità di ottenere finanziamenti pubblici, dal blocco delle costruzioni e delle costose consulenze legali, hanno comportato la paralisi economica della città dimostrata dalla prossima chiusura della banca Intesa Sanpaolo e dal trasferimento di eccellenze artigiane ed industriali nel territorio di Orbassano.Tutto ciò dimostra l’incompetenza di questa giunta, tutta imperniata sulla figura egemone del sindaco che sacrifica l’interesse collettivo alla propria ideologia.

Siamo un insieme di cittadini, di tutte le categorie provenienti da tutto il territorio rivaltese, che rifiutano tale situazione, e che, mettendoci la faccia, sono disposti ad investire il proprio tempo ed esperienza per sbloccare tale stallo, risollevare l’economia della nostra cittadina, rivitalizzare il centro. Proprio per questo ci proponiamo di contrastare coloro che pensano che a risolvere i problemi di Rivalta siano “professori” esterni al nostro territorio e vogliamo riportare Rivalta ai Rivaltesi.
Il nostro gruppo non si ispira e non è affiliato a nessun partito politico, vorrebbe rappresentare la politica del buon senso.
Siamo aperti ad accogliere tutti gli scontenti della attuale situazione, che abbiano un atteggiamento positivo ed insieme costruire una nuova Rivalta.

print_icon

0 Commenti

Inserisci un commento